Vincere la serie C, per gli addetti ai lavori è molto difficile. Ci vuole agonismo, grinta, cattiveria. Ma anche qualità, tecnica e volontà. Quello che aspetta il Bari sarà sicuramente un campionato tostissimo, e, se fosse inserito come da previsione nel girone C, lo sarebbe ancora di più. Per capire cosa serve per vincere un tale campionato, abbiamo studiato quelle che sono le statistiche dell'ultima squadra vincitrice: la Juve Stabia.

Quello che balza subito all'occhio sono i numeri difensivi: solo 18 gol subiti in 36 partite. Quindi una media precisa di una rete ogni due partite. E' essenziale la solidità difensiva, fornita nello specifico dal portiere scuola Juventus Branduani e da un quartetto difensivo di grande esperienza formato da Melara-Troest-Marzorati-Germoni. Basti pensare che la squadra campana ha realizzato 22 clean sheet e perso solo 2 partite, di cui una all'ultima giornata a promozione acquisita.

Nonostante un'ottima difesa, la Juve Stabia però si è rivelata essere anche il secondo miglior attacco del campionato, con 63 gol. Ma, chi pensa ad un bomber da 20 gol, sbaglia. Il miglior cannoniere è stato Paponi con 12 gol, seguito dall'ala Carlini con 10. Dunque è essenziale avere un buon gioco di squadra, che garantisca un numero di gol equamente distribuito tra attacco e centrocampo. Proprio a centrocampo, si sono rivelati fondamentali le geometrie del gioiellino Mastalli, ex capitano della primavera del Milan, e la qualità del giovane Calò, anche lui pezzo pregiato della rosa delle vespe.

Infine, un altro aspetto importante è quello di avere una rosa ampia, tutta di qualità. La Juve Stabia non aveva un undici titolare fisso, ma ciò nonostante, i vari Canotto, Elia, El Ouazni, Torromino, Mezavilla hanno tutti garantito un ottimo apporto alla squadra e al gioco. Merito certamente del mister Fabio Caserta, giovane ma con le idee chiare.

Sezione: News / Data: Mer 26 Giugno 2019 alle 17:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print