Intervenuto ai microfoni ufficiali del club azzurrostellato, mister Alessandro Erra ha presentato la gara di domani tra la sua Paganese e i biancorossi: "Come si ferma il Bari? Facendo una grande partita, restando concentrati e attenti, bisognerà correre e avere intensità. Non dobbiamo disdegnare la fase difensiva, perché sicuramente loro ci costringeranno a fare una partita di sacrificio dal punto di vista difensivo. Ma ciò non toglie che noi a priori non  dobbiamo avere un atteggiamento difensivo o di rinuncia. Sappiamo di dover soffrire, perché loro sono qualitativamente superiori, ma non dobbiamo assolutamente avere l'atteggiamento in partenza di rinuncia".

Sul meteo...: "Dovremo far sì che il tempo sia nostro alleato. Su un campo scivoloso e pesante bisogna fare della corsa e l'intensità la nostra prerogativa principale. Sul piano tecnico non c'è partita, perciò speriamo esca una partita maschia e intensa, in modo che possano uscire le nostre qualità. Mi auguro anche che ci sia grande trasporto dai nostri tifosi. La partita di Coppa di agosto ci ha insegnato che se se facciamo cose normali perdiamo, quindi dobbiamo fare cose eccezionali. 4-3-1-2? Soffriamo più il 4-3-3 che questo modulo. Loro indipendentemente dai moduli hanno interpreti forti in tutti i reparti". 

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Sab 16 Novembre 2019 alle 15:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print