All'andata è arrivato un successo costato tanta fatica, ragion per cui l'obiettivo del Bari, nella gara contro la Sicula Leonzio, recupero della prima giornata di ritorno in programma domani sera allo stadio San Nicola, è quello di vincere con minor fatica per ricaricare presto le pile in vista dello scontro diretto di domenica prossima contro la Reggina.

Il momento della formazione siciliana non è dei migliori, dato che in questo campionato sono arrivati solamente due successi, contro Cavese Bisceglie​​​​​​, e che i tre punti mancano dallo scorso 3 novembre. Da allora gli uomini di Greico hanno raccolto sei sconfitte ed un pareggio, fra cui figura il pesantissimo 2-7 incassato in casa contro la Vibonese.

Avversario apparentemente innocuo, ma che comunque non andrà sottovalutato. Del resto l'ultima partita contro il Riet dimostra che anche le ultime della classifica possono dare filo da torcere ai biancorossi. Ed allora la retroguardia dovrà prestare attenzione a Facundo Lescano​​​​​​, capocannoniere dei suoi con 7 gol, seguito a ruota in questa graduatoria da Filippo Scardina ​​​​, secondo a quota 5. Non sarà dell'incontro invece, l'ex Mauro Bollino, prossimo al trasferimento in D dove vestirà la maglia del Bitonto.

È stata una storia travagliata, quella della Sicula Leonzio, che ha disputato cinque campionati di C ma che  pochi anni fa ha vissuto l'onta del fallimento e della ripartenza dalla Terza Categoria. Sorti del club che hanno visto una luce migliore dal 2013, quando la famiglia Leonardi ha rilevato il titolo della Real Belpassese e, partendo dalla Promozione, ha riportato il club in C. Categoria che andrà difesa con i denti, dal momento che il club di Lentini è attualmente penultimo in classifica ed a rischio retrocessione. 

Allo stadio San Nicola mister Grieco potrà schierare il 4-3-3 o il 3-5-2, due moduli usati sino ad ora. 

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Mar 21 Gennaio 2020 alle 22:30
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print