L’ex attaccante del Bari Davide Dionigi, intercettato dai microfoni di TuttoBari.com, ha così commentato il momento dei biancorossi, che adesso si apprestano ad affrontare un difficile trittico contro Avellino, Catanzaro e Catania: “Sicuramente queste tre partite, e già dalla sfida con l’Avellino, potrebbero significare tanto. Anche perché il lavoro di Vivarini, così come quello di qualsiasi allenatore, si comincia a vedere dopo due/tre settimane, non prima. Ha già fatto un grande lavoro dal punto di vista psicologico e sono convinto che mettendoci dentro ancora di più le sue idee, col passare del tempo, possa far svoltare definitivamente questa squadra. Queste tre partite potrebbero essere davvero fondamentali per poter puntare al primo posto”.

Sull’attacco a due, ormai preferito anche da Vivarini al tridente, Dionigi ha spiegato: “Antenucci oggi ha bisogno, per essere sfruttato al meglio, di un attaccante che gli giochi vicino e che faccia il lavoro un po’ sporco. Penso che ci sono punte che si completino molto bene con Antenucci. L’ex SPAL va sfruttato per le sue grandi doti realizzative, che con questa categoria c’entrano poco e niente”.

Allo stesso tempo potrebbe nascere un problema di spazio per gli esterni offensivi biancorossi, ma Dionigi non si è mostrato affatto preoccupato: “Anche la Reggina ha il problema Denis, un grande attaccante che in questo momento non sta giocando. In una squadra che punta a vincere, non penso che sia questo il momento per creare problemi. Se i giocatori e la loro gestione sarà intelligente, potrebbero essere un aiuto nel prosieguo. Però oggi quello che importa è il bene del Bari e che risalga la classifica velocemente”.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 17 Ottobre 2019 alle 22:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print