Il Bari Primavera allenato da Stefano De Angelis compie un'altra impresa e, superando per 1-2 il Cesena in Romagna, si guadagna il pass per la semifinale play-off. Gara di cuore e cinismo quella dei galletti, capaci di difendere il doppio vantaggio dagli assalti avversari, nonostante l'inferiorità numerica della mezz'ora finale. 

CRONACA - Parte meglio il Cesena che sfiora per due volte la rete del vantaggio grazie ad Urso: nella prima occasione si fa trovare pronto Zinfollino, nella seconda la palla termina a lato di un soffio. Il Bari prova a reagire e ci prova prima prima con Tuttisanti e poi con Tedone, ma le loro conclusioni non c'entrano lo specchio della porta. Nel finale di primo tempo i bianconeri tornano a farsi vivi con Buso, la cui conclusione sfiora l'incrocio. Si va all'intervallo sullo 0-0, con un Cesena però più padrone del campo. 

Nella ripresa i ritmi aumentano e il Bari si mostra perfettamente a suo agio: al 7' il centrocampista barese Lella, con un grande inserimento, specialità di cui è indiscusso maestro, devìa in rete un cross di Dentamaro e porta in vantaggio i suoi. I due si ripetono pochi minuti dopo ma questa volta l'estremo difensore romagnolo evita il raddoppio barese. Il Cesena si riversa in avanti alla ricerca del pari, ma lascia autentiche praterie ai giocatori pugliesi e, proprio in uno di questi contropiedi, Tuttisanti si invola verso la porta avversaria e, al termine di una cavalcata solitaria, fulmina l'estremo difensore avversario.


Sono forse i 20 minuti migliori della stagione di un Bari cinico, organizzato e spietato che però finisce per adagiarsi di lì a poco e nei seguenti dieci giri d'orologio si inverte completamente la rotta della gara: Maffei viene ingenuamente espulso per due gialli in pochi minuti, Andreoli trova il gol che accorcia le distanze. La gara, come si può immaginare, è completamente riaperta. Il finale è vibrante. Zinfollino salva due volte su Urso e Nanni e, a pochi istanti dal termine, quest'ultimo non trova la rete con una deviazione a due passi dalla linea di porta. E' l'ultimo pericolo per i biancorossi che al triplice fischio possono meritatamente festeggiare. Sabato prossimo si vola a Cagliari, con il sogno promozione che inizia a farsi concreto. 

TABELLINO

Marcatori: 6′ Lella (B), 20’st Tuttianti (B), 32’st Andreoli (C)

CESENA: Sapro, Maretti, Ingrosso, Militari, Trasciani, Ceccacci, Iacovelli (27’st Nanni), Urso, Babbi, Andreoli, Buso (39’st Carnicelli). A disposizione: De Angeli, Gharas, Ericson, Bartoletti, Gasperoni, Polini, Merciari, Nanni, Carnicelli. All. Rivalta.

Bari (4-3-3): Zinfollino, Dentamaro, Tedone, Cabella, Di Cosmo, Salines, Lella, Tuttisanti (21’st Coratella), Petruccetti, Manzari, Maffei. A disp.: Artal, Giosu, Viola, Pesce, Schirone, Gagliardi, Di Stefano, Romanazzo, Petrosino, Coratella, Chinapah, Maselli. All.: De Angelis

ARBITRO:
Ammoniti: Iacovelli (C), Ceccacci (C), Tuttisanti (B), Urso (C), Petruccetti (B), Zinfollino (B)
Espulso: Maffei (B)

 

Sezione: Giovanili / Data: Sab 12 Maggio 2018 alle 17:45
Autore: Francesco Grossi
Vedi letture
Print