Antenucci come Barreto, identico esordio. Idolo e capocannoniere?

14.08.2019 22:30 di Gabriele Bisceglie   Vedi letture
Antenucci come Barreto, identico esordio. Idolo e capocannoniere?

Non capita spesso ad un attaccante di presentarsi al suo nuovo pubblico con una doppietta decisiva nel giorno dell’esordio ufficiale. Un evento davvero speciale ed emozionante, vissuto solo qualche giorno fa da Mirco Antenucci che, al San Nicola nella Coppa Italia di serie C contro la Paganese, ha subito mostrato le sue qualità e la sua alta classe alla platea biancorossa. Un gol di rapina e d’astuzia ed un destro al volo potente gli hanno già permesso di candidarsi come uomo simbolo del prossimo campionato.

Le due reti realizzate dall’ex SPAL, però, hanno ricordato molto da vicino anche l’esordio di un altro ex illustre e grande protagonista con la maglia del Bari. Si tratta di Paulo Vitor Barreto che, ben 11 anni fa, come Antenucci, debuttò al San Nicola con una doppietta decisiva in Coppa Italia, con l’unica differenza che il trofeo fosse quello nazionale. Al San Nicola era ospite il Bassano e l’attaccante carioca fece subito capire di che pasta fosse fatto. Nel secondo tempo, in appena tre minuti, Barreto decise la gara, realizzando prima un calcio di rigore e poi sfruttando un bel passaggio di Sodinha a tu per tu col portiere avversario. Inoltre, proprio come Antenucci, anche Barreto andò vicino alla personale tripletta, venendo però bloccato dalla traversa.

Corsi e ricorsi storici direbbe Giambattista Vico. Le analogie tra Antenucci e Barreto sembrano già impressionanti, considerando appena la loro prima gara ufficiale con la maglia del Bari. Presupposti che, senz’altro, possono far sorridere il bomber molisano, dato che in quello stesso anno Barreto e compagni vennero promossi in serie A. Il Bari attuale è ancora lontano dalla massima serie, ma l’ambizione del salto di categoria resta identico. Così come la voglia di laurearsi capocannoniere dei galletti è ben impressa nella testa di Antenucci che, come Barreto e i suoi 25 gol realizzati nel 2008/09, sogna di diventare a breve il nuovo beniamino dei tifosi biancorossi, affamati come non mai di trovare nuovi idoli da celebrare nel prosieguo della scalata verso il calcio che conta.