Da un lato la consapevolezza di aver sprecato l'occasione per riaprire definitivamente il discorso primo posto, dall'altro la sensazione di essersi salvati da una sconfitta che avrebbe avuto pesanti conseguenze sul morale e sulla classifica. Qualunque sia la lettura che si voglia dare alla partita dei biancorossi contro la Reggina, lo scontro diretto di ieri ha evidenziato la necessità di rinforzi in grado di allungare la rosa a disposizione del tecnico Vincenzo Vivarini. 

Limite evidenziato soprattutto in attacco, dove nelle ultime settimane sono mancate le alternative a Mirco Antenucci e Simone Simeri. Il primo non è più giovanissimo, e nonostante sia stato quasi perfetto sino ad ora rischia di pagare la fatica data dalle tante partite consecutive disputate. Ma anche il centravanti di Castellammare, sempre in prima linea quando si tratta di correre e lottare, è apparso più spento del solito e meno a proprio agio nella gara di ieri. Dargli fiato è importante e se, come pare dato lo scarso utilizzo, il partente Franco Ferrari non è ben visto dal tecnico bisognerà andare a trovare le alternative sul mercato. 

Qualche limite è emerso anche a centrocampo, dove però nelle scorse settimane è già arrivato Mattia Maita che ha subito dato ulteriore qualità al reparto, segnando nella prima gara ed entrando nell'azione del gol di Simeri contro la Sicula Leonzio. Il suo pieno inserimento potrebbe dare quel qualcosa in più che fino ad ora è mancato in fase di costruzione.

Nella retroguardia, invece, l'assenza per infortunio di Valerio Di Cesare ha fatto emergere qualche limite dovuto alla mancanza d'alternative, che dovrebbe essere colmato con l'innesto di Matteo Ciofani, prossimo al trasferimento in biancorosso.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 27 Gennaio 2020 alle 21:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print