Gli spareggi promozione, anche quest’anno, saranno una lotteria, alla quale parteciperanno ben 28 squadre. Ognuna di esse porterà sul terreno di gioco le proprie qualità, sperando nella fortuna, componente sempre importante, e nelle qualità dei propri uomini migliori.

Il Bari, ad esempio, spera che possano ritrovare la vena realizzativa di inizio stagione Cianci ed Antenucci, ultimamente in difficoltà. Anche le altre compagini destinate a partecipare ai playoff hanno parecchie frecce al proprio arco.

Di seguito, dieci attaccanti che potrebbero incrociare i ragazzi di Carrera nella post-season, e fare molto male a Di Cesare e compagni.  

LORENZO LUCCA – Tredici reti, fin qui, per la punta del Palermo. Certo, i rosanero non stanno disputando la stagione che ci si aspettava, ma saranno una brutta gatta  da pelare per tutti, ai playoff. Domenica prossima incrocerà i biancorossi in campionato. Frattali ancora ricorda la punizione dell’andata, decisiva per il pari dei siciliani. Un altro duello con i pugliesi tra maggio e giugno non è impossibile.  

LUIGI CUPPONE – Dodici acuti, con la Casertana. La partecipazione dei campani ai playoff è in bilico. Attualmente, infatti, occupano la decima posizione, inseguiti da vicino da Monopoli e Viterbese. Lui sarebbe decisamente un cliente scomodo.

ALESSIO CURCIO – Ha già punito il Bari, nel derby d’andata, a Foggia. I satanelli causarono la prima sconfitta del team allora di Auteri, arrivato a quella gara da primo della classe. I galletti, da quel giorno, sono rimasti prigionieri dei loro difetti, mentre i rossoneri hanno ingranato le marce alte e sono in una posizione di classifica che, ad inizio anno, era difficilmente pronosticabile. Questo anche grazie alle 11 segnature messe a referto dal trequartista.

FILIPPO GUCCIONE – Guida la classifica cannonieri del girone A, con 15 prodezze. La punta del Mantova è un pericolo pubblico. I lombardi, decimi in graduatoria, sono in zona spareggi soprattutto grazie ai suoi gol. Se ci resteranno, potranno rivelarsi una mina vagante per tutti.

MATTIA BORTOLUSSI – Le ambizioni di risalita nelle categorie nobili del Cesena sono poggiate  sulle spalle di questo centravanti, capace di esultare per 14 volte in stagione. Ha ancora 24 anni, ed è decisamente in rampa di lancio.

GUIDO GOMEZ – L’attaccante di Vico Equense, finora, ha segnato 13 reti. Un gran bottino, per lui e per la sua Triestina, altra nobile decaduta in cerca di riscatto. Il suo rendimento ha costretto spesso e volentieri alla panchina un certo Granoche.

FABIO SCARSELLA – Tredici esultanze anche per lui, che guida il reparto d’attacco del temibile FeralpiSalò.  Squadra scorbutica, da prendere con le pinze. Ne sa qualcosa l’ex mister biancorosso Cornacchini, ora alla Fermana, battuto per 4-1 a domicilio domenica scorsa. In rete, ovviamente, anche Scarsella.

JACOPO MANCONI – Un altro dei più prolifici, tra i bomber destinati a disputare i playoff. Quindici reti, fondamentali per il suo Albinoleffe, settimo nel raggruppamento A. Ha vinto la Lega Pro già due volte, con le maglie di Livorno e Novara. Quello che si dice un uomo di categoria. Pericolosissimo.  

MASSIMILIANO GATTO – Il suo Como ambisce alla promozione diretta, ed al momento guida la classifica, tallonato dall’Alessandria. Decisivo, a questo punto, sarà lo scontro diretto tra le due contendenti, in programma alla penultima giornata. Ha fatto tredici reti, finora. E non ha nessuna intenzione di fermarsi. Se sarà ai playoff, meglio tenersene alla larga.

FRANCESCO GALUPPINI – Il sorprendente Renate ha in lui la punta di diamante del suo organico. Dodici esultanze personali, fin qui. E la voglia di continuare a stupire insieme ai suoi compagni, attualmente quarta forza del proprio girone.

Sezione: Dieci... / Data: Mer 14 aprile 2021 alle 14:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print