Per Giuseppe Papadopulo, oggi settantaduenne, Bari resta un ricordo importante. Il tecnico, infatti, conta, da giocatore, una settantina di presenze in biancorosso, tra il 1977 ed il 1980. Ed ammette, in esclusiva ai nostri microfoni, che guarderà con interesse al destino dei galletti, nei prossimi playoff: “Tengo ai pugliesi e sono rimasto legato alla piazza. Le difficoltà della situazione, con l’imprevisto stop per il Covid-19, sono sotto gli occhi di tutti. Il non aver affrontato partite, durante la sosta, può essere un problema. Come l’assenza dei tifosi. Il pubblico barese sarebbe stato l’uomo in più. Però i valori  tecnici in campo sembrano essere nettamente a favore di Vivarini e dei suoi. Bisogna curare la condizione fisica e, soprattutto, l’aspetto mentale, per arrivare all’obiettivo.”

Il futuro del club dei De Laurentiis, secondo l’ex difensore  biancorosso, sarà comunque roseo: “Vedo i galletti ripercorrere le tappe già seguite dal Monza. Anche qui, come in Lombardia, c’è un presidente con possibilità economiche importanti, in grado di riportare la squadra ai livelli che, calcisticamente, le competono. Il valore dell’organico della società, in rapporto alla categoria, è indiscutibile. L’esperienza di gente come Laribi, Frattali ed Antenucci, abituata a lottare per ben altri traguardi, può essere determinante.”

Sezione: Esclusive / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 18:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print