Il calciomercato in entrata del Bari è pronto ad avviarsi in maniera forte e decisa. La prossima settimana risulterà, infatti, decisiva per la concretizzazione delle prime trattative, considerata anche l'apertura ufficiale della sessione in programma per martedì, che permetterà ai giocatori di poter cambiar immediatamente maglia.

Il direttore sportivo Romairone si sta dedicando su più fronti, lavorando in ogni reparto per poter subito consegnare a mister Auteri i nuovi arrivi già dopo i primi giorni di ritiro. Il modus operandi del nuovo dirigente è apparso particolarmente spedito e deciso, tanti profili analizzati e molto propenso ad accontentare le richieste della nuova gestione tecnica. Al momento la priorità è quella di soddisfare le carenze più evidenti dell'attuale rosa, anche con elementi non di primo piano. Una scelta che denota un certo distaccamento da quanto accaduto nella passata stagione, dove si è preferito rinforzare la rosa con tantissimi elementi di categoria superiore o comunque di grande fascino sul mercato, a prescindere dalla possibile intesa in campo. Questo però non esclude categoricamente colpi di caratura, su cui il Bari monitorerà ed interverrà in caso di necessità

Tuttavia i tempi sembrano notevolmente cambiati ed ogni calciatore accostato ai galletti sembra perfetto per andare a colmare una specifica mancanza. In avanti si tratta Leonardo Candellone, classe '97 di belle speranze ma con alle spalle già ben 3 campionati di C (15 gol nel 2018/19) ed uno in B. Una punta centrale dalla buona mobilità che sembra sposarsi benissimo con i compagni di reparto, Antenucci e Simeri. La vera priorità è però sulle corsie laterali, in particolare sulla fascia destra con Cristian Andreoni, pronto a vestire la maglia del Bari dopo l'ultimo anno e mezzo ad Ascoli. Giocatore poco conosciuto ma che si è ben distinto per una crescita step by step, calcando tutte le categorie dalla D alla B in progressione.

Le altre piste portano agli uomini di fiducia del mister: Carlo De RisioDaniele Celiento. Entrambi titolarissimi sotto la sua gestione a Catanzaro e ormai nel pieno della loro carriera con una grandissima conoscenza della categoria (rispettivamente 159 e 197 apparizioni). Il primo è un mediano di qualità e quantità mentre il secondo nasce come esterno destro difensivo ma è stato riadattato da centrale da Auteri, raccogliendo ottime prestazioni e risultando molto congeniale nell'impostazione del gioco da dietro. 

Sezione: Focus / Data: Dom 30 agosto 2020 alle 15:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print