Per il Bari è già il tempo di programmare la prossima serie C. Un campionato che si preannuncia difficile e pieno zeppo di potenziali rivali, che ostacoleranno fino all’ultima giornata la voglia di risalita immediata dei galletti. La squadra attuale sicuramente sarà soggetta a rivoluzioni e cambiamenti nei prossimi mesi, ma il club barese potrebbe già contare su calciatori con una buona dose d’esperienza, guadagnata anche in serie C. Sono, infatti, ben 15 i galletti con un passato nella terza serie.

Tutti i tre centrali difensivi biancorossi hanno affrontato la serie C nelle loro rispettive carriere. Il veterano è sicuramente Cacioli, che ha affrontato la C2 con le maglie del Montevarchi, del Bellaria Igea Marina, del Fano e del Perugia. Proprio quest’ultima esperienza si è rivelata per Cacioli molto positiva, dato che gli ha permesso, con la promozione raggiunta in quell’anno, di disputare anche la serie C1 nella stagione seguente. L’ultima avventura per il centrale aretino in serie C è avvenuta nella seconda parte della stagione 2016/17 con l’Ancona. Per Mattera, invece, tre esperienze in serie C2 con l’Aversa Normanna e con la neopromossa Ischia Isolaverde. Nella nuova serie C, invece, dal 2014 fino al 2018 è stato protagonista con le maglie di Casertana, Benevento e Matera. Proprio a Benevento ha raggiunto la promozione in serie B nel 2016. Di Cesare ha disputato solo per 6 mesi la serie C con il Parma nella seconda parte del campionato 2016/17. Per il romano prima esperienza in terza serie felice e vincente, conclusa con la promozione in serie B con i ducali. Sempre restando nel reparto difensivo, anche il terzino Turi ha già affrontato la serie C con il Vicenza nel 2017/18. Esperienza a dir poco sfortunata, dato che ha disputato appena due partite ed è risultato spesso fuori dai convocati per infortunio.

A centrocampo Hamlili, Feola, Langella e Piovanello hanno già disputato la serie C, seppur con importanti differenti. Hamlili è stato protagonista con la maglia dell’Entella tra la C1 e la C2. Quest’ultima categoria è stata da lui riaffrontata nel 2014 con il Cuneo, per poi iniziare la serie C per ben 4 anni consecutivi con il Forlì, l’Ancona e la Pistoiese. Feola ha affrontato la serie C con l’Arezzo nel 2015/16 e per le successive due stagioni con la maglia dell’Olbia. Langella e Piovanello, invece, hanno assaporato la serie C grazie all’esordio dello scorso anno, rispettivamente con le maglie del Pisa e del Padova.

In attacco, tutti hanno affrontato la serie C nelle loro carriere. Persino Brienza ha giocato per 3 stagioni tra la C1 e la C2 con il Foggia e il Palermo, agli albori della sua straordinaria carriera. Liguori ha giocato lo scorso anno in C per metà stagione nel Cosenza e per l’altra metà ad Andria, non riuscendo però ad incidere. Per Neglia, esperienze in C1 e C2 con la Paganese e il Melfi, mentre ha giocato in C con Viterbese e Siena. Floriano ha disputato la serie C1 e la C2 con la Tritium, l’Alessandria e il Mantova. In serie C, invece, Floriano ha giocato con le maglie di Barletta, Pisa, Foggia e Carrarese. Tra i bomber, Simeri ha disputato con il Melfi la C2 tra il 2011 e il 2014, mentre la serie C con la Juve Stabia nello scorso anno. Per Pozzebon, dal 2015 fino all’estate scorsa, sempre avventure in C con l’Aquila, Lucchese, Messina, Catania e Triestina. Iadaresta ha vissuto tantissime esperienze tra C1 e C2 con Poggibonsi, Val di Sangro, Torres, Foligno, Vibonese, Pro Sesto, Fano e l’Aquila. La serie C l’ha disputata, invece, con le maglie di Fondi e Lupa Roma.

Anche per il mister Cornacchini ci sono state avventure in terza serie. Ha allenato con buoni risultati in C2 con il Fano e per due anni l’Ancona in serie C. Sempre in quest’ultima categoria, è stato sulle panchine della Viterbese e del Gubbio, in due esperienze alquanto sfortunate.

Sezione: Focus / Data: Ven 24 Maggio 2019 alle 20:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print