L'esperienza a Bari è ancora fresca nella memoria di Francesco Bolzoni. Il centrocampista, passato nel corso dell'estate all'Imolese, è così ritornato sulla sua avventura in biancorosso alla Gazzetta dello Sport: "La Serie D non è facile per una squadra che deve vincere tutti costi. Ce ne siamo resi conto anche a Bari: perdi tre punti e gli altri prendono coraggio, inoltre tutte le squadre fanno trincea e rendono la vita complicata. Abbiamo finito il girone d’andata +11, poi  la Turris si è avvicinata a +8, ma abbiamo ripreso le distanze, non ci ha mai impensierito".

Sugli ex compagni ora al Palermo, Floriano e Langella: “Roberto a Bari, ha fatto la differenza, in tante gare partivamo già sul’1-0, perché appena tocca palla e le squadre lasciano un po’ di spazio, lui salta l’uomo con grande facilità e vede la porta benissimo. Basta vedere quanti gol e assist ha fatto. Mi ha chiamato prima di firmare - riporta mediagol.it - gli ho detto che Palermo tornerà a grandi livelli ed è un club che, per blasone, in D va accettato. Langella? L’anno scorso in mezzo al campo alla fine era l’unico under, forse sapendo che poteva avere più occasioni ha fatto bene, soprattutto nel girone d’andata ha avuto una marcia in più. Secondo me può dare tanto anche al Palermo, gli va data fiducia, è un centrocampista completo“.

Pensiero finale sui paragoni con i rosanero: "Noi l’anno scorso eravamo veramente forti, a naso, dico che noi eravamo un filo superiori. Penso però che il Palermo allungherà di nuovo sul Savoia, il campionato è duro e lungo, ma alla fine i valori vengono fuori, faccio il tifo per loro, lì ho lasciato tanti amici​​​​​​".

Sezione: Gli ex / Data: Gio 9 Gennaio 2020 alle 22:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print