Sono passati 18 giorni dall'apertura ufficiale dell'inusuale sessione estiva di calciomercato, iniziata il 1° Settembre per i ritardi causata dall'emergenza Covid-19, e il Bari risulta sicuramente tra le società più attive dell'intero panorama calcistico italiano. L'arrivo di Romairone e Auteri è stato solo il primo passo della rivoluzione annunciata. Il secondo e lungo step riguarda appunto la composizione della rosa, che con le nuove regole delle liste a 22, appare particolarmente insidiosa.

Dopo i rapidi tesseramenti di Andreoni e Minelli, la società ha lavorato a lungo per portare a casa altri 5 colpi di un certo livello per la categoria: Candellone (tutto fatto anche se non c'è ancora l'annuncio), Celiento, De Risio, D'Orazio e Marras. Scelte sempre condivise tra il direttore sportivo e l'allenatore, come anche gli addii. Ufficialmente hanno lasciato la squadra in 6, Bolzoni, Costa, Folorunsho, Kupisz, Nannini e Terrani, ma in realtà anche Schiavone può essere considerato un ex, in procinto di trasferirsi alla Salernitana.

Al momento il Bari dispone virtualmente di una rosa composta da 24 elementi, troppi secondo il nuovo regolamento. Oltre ai citati ci sono altri giocatori fuori dai piani tecnici e che troveranno una nuova squadra nei prossimi giorni, Esposito, Neglia e Scavone, e 5 in dubbio tra Berra, Ciofani, Corsinelli, Hamlili e Sabbione. Su quest'ultimi molto dipenderà dalle offerte che arriveranno in questa seconda fase di mercato (sono passati 18 giorni e ne mancano altrettanti) e dalle definitive valutazioni tattiche di Auteri. 

Fondamentale sarà, dunque, il lavoro di Romairone, che dovrà operare in maniera ancora più oculata per evitare sovraffollamenti. Il mercato in entrata del Bari non è terminato. La rosa ha ancora bisogno di qualcosa per poter essere davvero completa. Qualche pedina è stata già individuata, esempio Ciurria e Lollo, ma per entrare nei dettagli delle trattative occorrerà necessariamente prima liberare alcuni slot. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 18 settembre 2020 alle 23:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print