Mirco Antenucci sta trascinando il Bari a suon di gol. Il bomber principe di questa squadra sembra davvero aver trovato il ritmo nelle recenti uscite. Nelle ultime sette gare, infatti, l’ex SPAL è andato a segno per ben 8 volte, realizzando anche due doppiette decisive. L’attaccante molisano, inoltre, dopo aver più che superato la doppia cifra, è da cinque domeniche consecutive che va in gol. Tutti segnali importanti che testimoniano il suo attuale magic moment. Così come la diversità delle sue 15 reti, fin qui realizzate in riva all’Adriatico, danno l’idea della completezza del bomber biancorosso.

GOL IN AREA - Il primo gol ufficiale realizzato da Antenucci con la maglia del Bari fu di vera rapina. Al debutto in Coppa Italia di serie C contro la Paganese, infatti, l’attaccante sfruttò una grave indecisione del portiere avversario, rubandogli la sfera e appoggiandola dolcemente oltre la linea di porta. Successivamente, sempre nella stessa sfida, Antenucci realizzò col piede destro una bella volée dall’interno dell’area. Il primo gol su azione in campionato, invece, è stato siglato in casa contro la Cavese: il classe ’84 sfruttò un’azione confusa, spingendo tutto solo il pallone in rete di controbalzo. Il secondo gol timbrato a Bisceglie, grazie all’uno-due con Hamlili, fu trovato di sinistro con un suo veloce taglio verso l’interno dell’area.

GOL DI TESTA - L’unico gol di testa è stato quello della rete del raddoppio contro il Catanzaro in cui, con una spizzata morbida ed intelligente, mandò in modo preciso la sfera sul secondo palo.

GOL DALLA DISTANZA - Bellissima la rete trovata in questa modalità contro la Vibonese. Dopo appena quattro giri di lancette Antenucci, sfruttando al massimo un’uscita a vuoto del portiere calabrese, fu lesto a mandare in porta il pallone con un destro al volo da posizione defilata.

GOL IN ACROBAZIA - Due sono state le reti trovate in questo modo. La prima volta è stata sul difficile campo di Pagani, in cui Antenucci realizzò il gol vittoria con una mezza sforbiciata di destro. Ancora più spettacolare la rete contro il Teramo dove l’ex SPAL, sempre con lo stesso piede, è andato a segno in perfetta rovesciata.

GOL IN ASSOLO - Nella rete del raddoppio contro il Rende, tutto il merito del gol va dato ad Antenucci. Con un’azione in solitaria ed in volata, la punta ha portato avanti la sfera per più di 50 metri ed è rimasta fredda di fronte al portiere avversario.

GOL SU RIGORE - Tante anche le reti realizzate dagli undici metri fino ad ora. Antenucci, ancora infallibile con il Bari su penalty, ha trasformato ben 6 rigori. Il primo sigillo è giunto al debutto in campionato contro la Sicula Leonzio. Da allora in rapida sequenza, e con la medesima opzione di tiro (il palo scelto da Antenucci è sempre stato quello alla destra del portiere), sono poi arrivati i rigori timbrati contro Viterbese, Rieti, Monopoli, Bisceglie e Rende.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 4 Dicembre 2019 alle 22:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print