"Processo al Galletto" è una rubrica in cui non si ricercano colpevoli ma si analizzano, con obiettività, le cose che hanno funzionato e quelle che hanno funzionato meno. Questioni tattiche, atteggiamento in campo e tanto altro ancora. 

Dibattito a cura di Andrea Dipalo, Davide Giangaspero e Raffaele Garinella. Buon... processo!

Dipalo: Qualificazione doveva essere, e qualificazione è stata. Adesso sotto con la Carrarese, ma prima è tempo di analizzare questa partita. Vi ha convinto la formazione iniziale? Buon primo tempo, ripresa con troppa sofferenza...

Giangaspero: Vivarini ha schierato il migliore undici a disposizione. La scelta di Scavone in luogo di Maita non mi ha sorpreso. L'ex Parma non ha inciso, ma ha nel suo repertorio qualche gol in sospeso ancora da giocarsi...

Garinella: Scavone conferisce fisicità, qualità importante palesata contro calciatori del calibro di Palumbo e Verna. Hamlili ha corso in modo perpetuo, un vero e proprio motorino. Bianco regista preciso e puntuale, davanti alla difesa si dimostra, come sempre, ordinato e abile nel dettare i tempi in ripartenza. 

Giangaspero: L’assenza di Hamlili ha pesato parecchio quest'anno, il suo recupero sarà fondamentale per il prosieguo dei playoff. 

Dipalo: Forse manca un pizzico di qualità. Se proprio volessimo cercare il pelo nell’uovo, manca l’uomo in grado di conferire maggiore imprevedibilità nei lanci. Per usare un termine caro al football americano, un quarterback. 

Giangaspero: Ma Vivarini è saggio, e non solo per la barba, che a mio modo di vedere gli dona molto. Al momento opportuno ha cambiato Bianco e Scavone ed ha inserito Schiavone e Maita. Purtroppo, nonostante i cambi, è finito l'ossigeno. 

Garinella: Siamo andati in riserva anche se non mi sarei aspettato il pari della Ternana, soprattutto con la squadra ridotta in dieci e rimaneggiata per via degli infortuni del primo tempo. Ma il calcio non è scienza esatta. Una ripresa con troppa sofferenza, un campanello d'allarme da non sottovalutare. 

Dipalo: Quando la Ternana ha alzato i ritmi, nonostante fosse rimasta in dieci, il Bari è andato in difficoltà. I biancorossi sono una squadra che ha difesa e attacco superiore a chiunque in categoria, ma soffre i ritmi elevati. La nota positiva è che anche la Carrarese, guardano alla gara contro la Juventus Under 23, ha patito il cambio di passo dei bianconeri. Avrà pesato, alla lunga, il maggior numero di gare disputate sia dalla squadra di Pecchia che dalla Ternana. Tornando ai singoli, grandi meriti sono di Vivarini che li mette in condizione di esprimersi al meglio. Antenucci libero di spaziare sul centro sinistra, Laribi attacca per vie centrali, Simeri fa a sportellate, punto di riferimento e sponda per i compagni.

Giangaspero: La difesa in occasione del pari di Vantaggiato - gol dell’ex - si è addormentata. Una vera e propria fucilata quella dell’attaccante rossoverde. Per fortuna del Bari, San Frattali è stato decisivo nel finale di gara...

Garinella: Concordo, il Bari avrebbe potuto gestire meglio, invece i difensori hanno respinto sui piedi di Vantaggiato. Un cioccolatino da scartare. Il miracolo di Frattali ha evitato una beffa che, per come si era messa la partita, avrebbe avuto del clamoroso. Ma Frattali, al pari di Antenucci e Laribi, solo per citarne qualcuno, appartiene alla categoria di calciatori che, nei momenti più complessi, tirano fuori il coniglio dal cilindro.

Dipalo: Il possesso palla finale, la gestione della partita è servita, ma solo perché il Bari aveva due risultati su tre. Dal prossimo turno bisognerà rivedere alcune cose, anche perché la qualità della Carrarese è superiore a quella della Ternana, e il gioco di Baldini è differente. 

Garinella: Visto che hai parlato di Carrarese, chiudiamo con una parentesi sui toscani. Cosa temete? Io il collettivo, senza dimenticare che lo stesso è composto da eccellenti individualità, come il bomber Saveriano Infantino.

Giangaspero: Hanno esperienza e malizia. In attacco somigliano un po’ alla... Ternana. Contro i toscani non si potranno issare barricate. Servirà solo la vittoria, è finito il tempo dei due risultati favorevoli. 

Dipalo: Ecco cosa dovrà evitare il Bari contro la Carrarese: ritmi troppo alti affaticano, e non poco, il Galletto. L'esperienza serve a comprendere dove migliorare, e il Bari, di esperienza, ne ha da vendere.

Sezione: Copertina / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 13:00
Autore: Raffaele Garinella
Vedi letture
Print