Riprende la marcia della capolista. Si avvicina il momento decisivo

06.01.2019 17:15 di Francesco Serrone  articolo letto 6934 volte
Riprende la marcia della capolista. Si avvicina il momento decisivo

L'Epifania porta in saccoccia altri tre punti per la capolista del girone I. Grazie a due lampi nel secondo tempo il Bari batte il Messina e cancella il deludente pareggio col Roccella di due settimane fa. Una gara scorbutica quella coi siciliani. Gli uomini di Cornacchini ci hanno messo più di un'ora per trovare il bandolo della matassa. Contro un avversario abile a chiudere tutti i varchi c'è voluta una giocata di Simeri (beccato poco prima dal pubblico per alcuni errori sottoporta, ndr) per sbloccare la gara. Il centravanti napoletano si è dato un gran da fare, svariando su tutto il fronte d'attacco, mostrando di avere maggior confidenza nel mandare in rete i compagni (suo anche l'assist per il 2-0 di Neglia, ndr) che nel segnare lui stesso. Una volta sbloccata la gara i biancorossi, come già capitato altre volte, si sono limitati a controllare il gioco e lasciar scorrere i minuti. Il risultato finale non è in discussione, complice un Messina ancora in fase di rodaggio e che, pur mostrando maggior compattezza rispetto al disastroso match d'andata, una volta andato sotto non aveva armi a disposizione per provare a rientrare in partita. 

La classifica non è cambiata di una virgola rispetto a poche ore fa (almeno per quanto riguarda le prime posizioni), salvo che c'è una gara in meno da disputare. La Turris, che ha strapazzato il Roccella per 5-0, rimane a nove punti di distanza. I campani hanno un ruolino di marcia impressionante tra le mura amiche dove hanno vinto tutti e dieci gli incontri sin qui disputati. E tra tre giornate lo stadio Amerigo Liguori di Torre del Greco sarà teatro dello scontro diretto tra i corallini e il Bari. L'obiettivo dei galletti deve essere quello di arrivare alla sfida decisiva con il maggior numero possibile di punti di distacco. Un modo per garantirsi, in caso di sconfitta, un discreto margine di vantaggio. Prima di affrontare la Turris, però, il Bari dovrà uscire indenne dalla doppia trasferta con Sancataldese e Cittanova, e dovrà affrontare al San Nicola l'Igea Virtus.