Tre anni, dal 2007 al 2010. Indiscutibilmente i migliori, dal punto di vista dei risultati, della storia recente del Bari. Tanto è durata la permanenza in riva all’Adriatico di Giorgio Perinetti, attuale direttore sportivo del Brescia. Il percorso barese del dirigente è coinciso con una salvezza in B, la splendida promozione in massima serie con Conte al timone, ed il decimo posto in A firmato Ventura.

Tanti i profili che hanno indossato, in quel frangente, la maglia dei galletti. Molti si son ritirati dal calcio giocato, come l’argentino Donda. Altri vivacchiano nei campionati minori, come Rey Volpato, o sono svincolati, come Barreto. Ci sono alcuni calciatori, però, che proseguono la loro carriera ad alti livelli. Di seguito, dieci dei giocatori portati in Puglia da Perinetti che giocano ancora.  

DAVIDE LANZAFAME – Il trentatreenne, protagonista di una stagione e mezza in biancorosso, tra il 2007 ed il 2009, ha collezionato con la casacca barese  56 presenze e 13 reti. Oggi, dopo aver vinto due campionati ungheresi con Honved e Ferencvàros, si è trasferito in Turchia, nelle file dell’Adana Demirspor, in B.

FELIPE SODINHA – Il fantasista brasiliano, che giocò 6 gare, nel 2008, nella prima parte del campionato cadetto vinto dai galletti, oggi veste i colori del Modena, in Lega Pro, dopo un lungo peregrinare per la Penisola, che lo ha visto protagonista, tra le altre,  nel Brescia, nel Trapani, nella Paganese.

LUCA SILIGARDI – Promessa del vivaio dell’Inter, giunse in Puglia ormai dodici anni fa, disputando solamente 5 match. Adesso, in A con il Crotone, è una pedina importante nelle frequenti rotazioni di formazione degli uomini di Stroppa. In questo campionato, ha collezionato fin qui cinque apparizioni con i calabresi.

STEFANO GUBERTI – Il trentaseienne centrocampista offensivo, attualmente, gioca in D con il Latte Dolce Sassari. Furono fantastici i suoi sei mesi baresi, con 18 gettoni raccolti e ben 9 gol, nel 2009.

ANDREA MASIELLO – Poteva diventare una bandiera, invece viene ricordato per quell’incredibile derby con il Lecce finito al centro dello scandalo calcio-scommesse. Oggi al Genoa, dopo una lunga militanza nell’Atalanta che lo ha portato a giocare anche la Champions League, per lui, a Bari, dal 2008 al 2011, 139 incontri disputati e 4 realizzazioni.

DANIELE PADELLI – Sei apparizioni, tra Coppa Italia e campionato, dal 2009 al 2011. Questo il ruolino di marcia in Puglia del portiere, attualmente in forza all’Inter. Nelle ultime settimane, è indisponibile perché risultato positivo al Covid-19.

RICCARDO MEGGIORINI – La punta, ormai trentacinquenne, ha iniziato alla grande il campionato di B con il Vicenza, con 2 segnature in 4 gare. Furono 5 i suoi sigilli con il Bari, nella prima annata di Ventura, durante la quale si ritagliò uno spazio importante, con 31 presenze all’attivo.

LEONARDO BONUCCI – Colonna della Juventus, con la quale ha vinto 9 scudetti, e della nazionale azzurra. Nella sua unica stagione nel capoluogo pugliese, nel 2009-’10,  giocò tutte le partite della squadra per intero, totalizzando 39 incontri disputati, uno dei quali nel trofeo nazionale. Un gol, al S. Nicola, contro il Palermo.

ANDREA RANOCCHIA – Il trentaduenne di Assisi, all’Inter ormai da quasi dieci anni, con una breve parentesi in prestito all’Hull City, ebbe Bari come trampolino di lancio del suo percorso professionale, con 34 apparizioni tra il 2008 ed il 2010, una promozione in A ed una salvezza in massima serie.

IAGO FALQUE – Arrivato in Puglia in prestito dalla Juventus nel 2009, non ebbe modo di scendere in campo con la prima squadra dei galletti. Con la Primavera biancorossa si mise in luce, andando a segno 4 volte in 11 partite. Oggi cerca il rilancio a Benevento, dopo aver vestito casacche prestigiose come quelle di Roma, Genoa e Torino, in Italia, e Tottenham e Rayo Vallecano all’estero.  

Sezione: Dieci... / Data: Mer 11 novembre 2020 alle 19:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print