C'era grande attesa per l'esordio stagionale del Bari targato Gaetano Auteri. Oltre la grande curiosità di addetti ai lavori e supporter, la gara contro il Trastevere è servita a dare importanti indicazioni allo staff tecnico in vista dell'imminente esordio in campionato. Il livello d'assimilazione della squadra al nuovo modulo e ai diktat richiesti è apparso ad un livello più che discreto, a prescindere dalla caratura inferiore dell'avversario e da una condizione fisica ancora lontana dagli standard della categoria.

La formazione biancorossa si è mossa in maniera fluida ed organizzata, senza mostrare particolare buchi o carenze dal punto di vista tattico. Il controllo sulla partita è sempre stato saldo, riuscendo a gestire i ritmi della partita a proprio piacimento grazie soprattutto all'ottimo lavoro dei due centrali di centrocampo, Bianco e Maita. Le note più positive riguardano la fase offensiva, dove gli esterni a tutta fascia e il tridente ha mostrato dinamiche ed intesa particolarmente efficaci, in particolare D'Ursi, sembrato completamente rigenerato rispetto alle difficoltà della scorsa annata. 

Subito perfettamente integrati anche i nuovi acquisti. Nonostante i pochissimi allenamenti effettuati, tutti sono stati coinvolti nella manovra, a partire da Marras, che sembra avere tutte le carte in regola per essere quel 10 che l'anno scorso è mancato molto ai galletti. Bene pure gli altri debuttanti: Celiento, solida garanzia per il mister, D'Orazio, che nei primi 45 minuti ha mostrato grande corsa e tempi di inserimento, e Candellone, a cui sono bastati pochi minuti per regalarsi la prima gioia personale. 

Le prestazioni di quest'ultimi hanno indirettamente confermato che la strada condotta sul mercato pare essere quella giusta. Nomi non blasonatissimi ma affamati, vogliosi di mettersi in mostra e collocabili facilmente nel 3-4-3 di Auteri. Mancano, infatti, 11 giorni alla fine del calciomercato ed il Bari sarà ancora protagonista. In attesa di concludere le cessioni di elementi ormai lontani dal progetto, come Berra, Esposito, Hamlili e Neglia, il ds Romairone si dedicherà agli ultimi colpi in entrata. Almeno tre sembrano certi: un attaccante, un centrocampista ed un difensore ma con un occhio alle occasioni del finale di mercato. 

Sezione: Focus / Data: Gio 24 settembre 2020 alle 16:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print