Una rondine non fa primavera, ma l'inizio di campionato di Antenucci e compagni lascia ben sperare. Nonostante un tour de force durissimo, fatto di sei partite in meno di venti giorni, i biancorossi hanno risposto come meglio non si poteva: 10 punti in saccoccia in campionato ed eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Spal solo ai calci di rigori. Potrà sorridere Auteri, da sempre cultore del lavoro, che ha avuto le risposte che si attendeva.

Si vedono nitidamente i primi sprazzi di auterismo. Giocatori rinati, vedasi D'Ursi; giocatori cresciuti esponenzialmente come Maita, Ciofani, Minelli; giocatori che si stanno confermando sui loro livelli, è il il caso di Antenucci e Di Cesare; giocatori che si sono già integrati alla perfezione, come Celiento e D'Orazio. I timori sul leggero ritardo con cui si era costruita la rosa, legati alla decisione estiva di non confermare Scala e Vivarini, sono stati spazzati via da un vento di ottimismo e entusiasmo.

Cosa ha colpito finora è la propositività offensiva dei galletti: dieci reti in quattro giornate, miglior attacco della Serie C. Se non fosse per qualche errore di troppo sotto porta, ora i biancorossi sarebbero a punteggio pieno. Tante le occasioni da rete nel corso dei novanta minuti e non solo da parte degli attaccanti. Metà dei gol è arrivata dalla difesa, sintomo che la squadra di Auteri si diverte a questa giostra del gol. Piace anche l'atteggiamento battagliero che mettono i calciatori in campo, sia da chi parte titolare che da chi subentra. L'obiettivo è, del resto, comune e come spesso ripete il mister servirà l'aiuto di tutti per centrare l'obiettivo.

Pochissimi gli appunti da fare. Auteri dall'alto della sua esperienza sa dove lavorare. Con un Citro e un Montalto in più nel motore, le prestazioni dei galletti sono destinate a crescere ulteriormente.

Da capire sarà la situazione legata ad Hamlili ed Esposito, che fanno parte ufficialmente della rosa biancorossa, ma potrebbero essere messi fuori lista. Almeno uno dei due, che in queste settimane si sono comunque allenati professionalmente, potrebbe anche avere una chance di rientrare in rosa. Tutto tace da fonti vicine ai due calciatori, si attende dunque una presa di posizione da parte di Romairone. Il direttore è anche impegnato a premiare chi si è messo in mostra in questi mesi: pronti i rinnovi di contratto per Maita e Simeri, ad oggi patrimonio della società dei De Laurentiis. 

Sezione: Focus / Data: Mer 14 ottobre 2020 alle 18:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print