Il pesantissimo successo ottenuto contro la Carrarese ha mandato in visibilio la piazza biancorossa,  ma è in ogni caso da archiviare il prima possibile. La formazione di Vivarini, infatti, ha ora il compito di focalizzare la testa sulla finalissima in programma mercoledì prossimo al Mapei Stadium, quando Antenucci e compagni sfideranno la Reggiana.

Ai playoff la Reggio Audace ha faticato al debutto, dove ha pareggiato con il Potenza, per poi ingranare e centrare il successo ieri contro il Novara. Gli emiliani sono passati in vantaggio a metà primo tempo con Kargbo bravo a sfruttare una disattenzione difensiva del Novara, venendo poi ripresi a ridosso dell'intervallo da una rete messa a segno da Buzzegoli. Il gol della vittoria è stato firmato dal capitano Spanò, che ha sancito un successo tutto sommato meritato dai padroni di casa.

Particolare caratteristica del reparto offensivo della squadra è la mancanza di un attaccante in doppia cifra, ma di contro ci sono diversi calciatori con un numero importante di reti realizzate. A quota nove ci sono Scappini Kargbo, ad otto Marchi ed a sei Zamparo. Dal punto di vista realizzativo è importante anche il contributo arrivato dalla mediana da Varone, autore di cinque gol. 

Il momento d'oro della società emiliana arrivò alla fine degli anni Novanta, quando la Reggiana disputò tre campionati in massima serie. Sono numerose, inoltre le partecipazioni alla Serie B: la gara di mercoledì sarà dunque un confronto fra nobili decadute con la voglia di tornare in fretta in alto, senza perdere ulteriore tempo.

Sezione: Focus / Data: Sab 18 luglio 2020 alle 15:30
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print