Ripescaggi, fase decisiva: la situazione tra domande e rinunce

Possibili chance anche per Taranto e Turris
02.07.2019 21:15 di Gianmaria De Candia   Vedi letture
© foto di Ninni Cannella/TuttoLegaPro.com
Ripescaggi, fase decisiva: la situazione tra domande e rinunce

Giorni caldi per la definizioni delle partecipanti al campionato di Serie C 2019-2020. Dopo la chiusura dei termini per la presentazione della domanda d'iscrizione, le squadre sono in attesa del verdetto della Covisoc, in programma il 5 Luglio, che monitora i requisiti economici delle società. Salvo clamorosi ribaltamenti, le compagini iscritte ufficialmente in Lega Pro saranno 54, sui 60 posti disponibili.

Le escluse (certe) sono Albissola, Siracusa e Lucchese mentre le richieste di Arzachena e Foggia dovrebbero essere declinate per l'incompletezza dei requisiti. Inoltre la contemporanea esclusione del Palermo dalla B, porterebbe al ripescaggio del Venezia ed alla liberazione di un ulteriore slot per la C.  

Fino a questo momento la graduatoria delle riammissioni vede nell'ordine: Virtus Verona, Fano, Bisceglie e Paganese. Ma solo tre di loro avranno accesso diretto alla C poichè le richieste presentate entro il 25 giugno sono state 57. Secondo le attuali normative, infatti, i posti liberati successivamente (situazioni Arzachena, Foggia e Venezia) dovranno essere ricoperte da squadre provenienti dalla D. 

Ad oggi solo la Virtus Verona sembrerebbe l'unico team già completamente in regola per ritornare tra i professionisti mentre mancherebbero solo pochi dettagli al Bisceglie. La novità riguarda, invece, il Fano, che in un primo momento pareva aver rinunciato a questa possibilità. Nelle ultime ore, la società ha annunciato la presentazione della domanda, l'unico dubbio riguarda le tempistiche e i documenti necessari al completamento. Questa situazione sta così creando grandi dubbi e disagi alla Paganese, già pronta da tempo alla riammissione ma fuori per l'ultimo posto in lista. Il club campano starebbe, dunque, valutando il da farsi in attesa di nuove comunicazioni ufficiali da parte della Lega Pro. 

Sul fronte ripescaggi dalla D sono arrivate, a sorpresa, tantissime rinunce, anche di team favoritissimi e blasonati alla vigilia come: Matelica, Mantova, Lanusei e Pro Sesto. Le uniche tre squadre che hanno presentato domanda e saranno così promosse, a meno di clamorosi rifiuti da parte degli organi di controllo, saranno: Modena, Audace Cerignola e Reggio Audace (l'ex Reggiana). 

Attenzione però alla situazione di altri club regolarmente iscritti ma in vendita, come Avellino e Viterbese, e di altre sorprese relative al rigetto di eventuali domande di riammissione o ripescaggio. Qualora non si dovesse raggiungere le 60 squadre entro il 12 luglio (termine ultimo della Lega Pro) dovrebbe essere riaperta una nuova graduatoria (possibilità paventata dallo stesso presidente Ghirelli). A quel punto potrebbero riaffacciarsi squadre con proprietà intenzionate al passaggio in C come Taranto e Turris. I pugliesi sono stati bloccati nella presentazione della richiesta poichè hanno già usufruito di questa possibilità nel 2016, mentre i campani avrebbero così il tempo per risolvere la grana stadio che li ha costretti alla rinuncia in questa prima fase.