Non è stata una settimana particolarmente serena in casa biancorossa. In questi giorni si sono dovute affrontare le numerose scorie post-Avellino, che hanno chiuso tutte le speranze relative al secondo posto e hanno rigettato nelle sconforto la tifoseria barese, sempre più critica e desolata per l'andamento della squadra. Per concludere degnamente il Girone C ci sarà bisogno del contributo di tutti in campo e fuori, incluso quello del presidente, tornato ieri a visionare da vicino la squadra, una consuetudine in questa stagione. 

A prescindere dall'obiettivo minimo della terza piazza, le ultime tre gare di campionato avranno un peso specifico importante sulle consapevolezze e sulle condizioni del gruppo a disposizione di mister Carrera in vista dei playoff. Domenica al San Nicola arriva il Palermo, la big del torneo che ha avuto più difficoltà in assoluto. L'undici rosanero, piazzamento a parte, resta infatti di alto livello per la categoria, un test di un certo livello che aiuterà a preparare le gare da dentro o fuori del prossimo mese.

La trasferta in terra irpina dello scorso weekend ha mostrato un Bari potenzialmente all'altezza delle rivali più accreditate alla promozione ma a cui manca un punto cruciale: l'essere squadra. Tanti gli aspetti da correggere e su cui il tecnico sta lavorando con risultati non troppo convincenti. Tuttavia c'è ancora tempo per migliorare e trovare quella quadratura mentale, tecnica e atletica, ad oggi ancora lontana. Questo finale di regular season e il mese a disposizione prima dell'esordio ai playoff potranno però essere utili ad accorciare questi gap. 

Per tutti i motivi sopra citati nella gara di domenica contro i rosanero la vittoria non rappresenterebbe un fattore chiave. La più bella risposta, dopo la pessima prestazione di Avellino, sarebbe vedere un Bari compatto e cattivo, capace di attaccare con costanza e con un'idea ben precisa l'avversario, creando magari una corposa quantità di palle goal, tutto ciò che è mancato da oltre un mese e mezzo a questa parte dopo l'ottimo impatto con la nuova guida tecnica.  

Sezione: Focus / Data: Ven 16 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print