Col brivido. Il Bari pareggia con la Ternana e acquisisce il pass per le semifinali play-off. Una sfida thriller quella con gli umbri, parsa in discesa, poi improvvisamente declinatasi in una sofferenza autentica, non certo per cuori deboli. Merito all'avversario che ha azzannato per gran parte della ripresa, trovando il gol della speranza, per giunta in dieci.

Il Bari, eccessivamente compassato, ha amministrato solo fino a un certo punto, perdendo solidità nella ripresa. Conta comunque il risultato e il Bari ha trovato quel che ha fortemente voluto. Non sarà una passeggiata, e l'abbiamo capito oggi. Frattali è stato provvidenziale, e i biancorossi troppo schiacciati

Bene l'avvio, maturo ed ordinato al punto giusto. Prezioso, a conti fatti, il rigore di Antenucci, implacabile come sempre dal dischetto. E' stato il gol-qualificazione, quello che pone il Bari nell'olimpo delle magnifiche quattro che si giocheranno l'accesso alla B. Ma servirà altro, servirà di più. L'attenuante resta il lungo stop, la pecca - che ricordavamo e speravamo di non ritrovare fin da subito - è nella sofferenza sulle azioni veloci altrui e un imborghesimento in partita che sembra quasi proprio della rosa, quasi oltre il demerito specifico.

E' un Bari che soffre terribilmente i ritmi alti. Tra i singoli non benissimo Scavone, schierato a sorpresa dall'inizio. Avulso dalla gara, troppo poco incisivo. Si è sbattuto l'attacco, lasciato però troppo isolato. E sono mancate le sovrapposizioni dei terzini, più impegnati a difendere che ad appoggiare l'azione biancorossa.

A fine gara un urlo liberatorio, acusticamente chiaro nel vuoto dello stadio. E' stata dura, è stata tesa: la gara post-lockdown del Bari non ha tradito dal punto di vista emotivo. Gioia, certo, ma anche più di qualche riflessione da condurre nelle lavagne tattiche dello spogliatoio. Si può, si deve, migliorare. Ora sotto con la Carrarese. Il viaggio continua.

Sezione: Copertina / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 22:45
Autore: Davide Giangaspero
Vedi letture
Print