Un Bari molle, impreciso e con pochissime idee soccombe in casa con il Potenza. Il cocente e inaspettato ko casalingo con la squadra di Gallo ha fatto ricadere i biancorossi nell’abisso. Prima sconfitta per Carrera che dovrà riflettere a lungo sul match giocato con i lucani. Inizio shock per Antenucci e compagni, subito sotto per un dubbio penalty decretato dal direttore di gara. Ma la reazione attesa non c’è stata. Il Potenza ha chiuso con ordine tutti gli spazi, creando diversi problemi in ripartenza alla difesa di casa. Imbarazzante la retroguardia biancorossa sul raddoppio di Baclet, con Minelli e Perrotta fermi a guardare.

Il gol clamorosamente sbagliato da Antenucci, a due passi dalla riga di porta, ha cancellato ogni speranza di rimonta ed il confusionario assalto nella ripresa non ha prodotto alcun risultato. Nel nefasto pomeriggio del San Nicola non si è salvato nessuno. Marras e D’Ursi avevano dato segnali importanti nelle scorse gare, ma con i rossoblù sono stati snervanti e incredibilmente fuori dal match dal punto di vista mentale. Proprio l’ex Livorno, dopo la brillante gara di Castellammare ha deciso di farsi espellere nel finale. Nonostante l’esonero di Auteri, al Bari continuano a mancare carattere e personalità. E le ingenuità continuano a susseguirsi partita dopo partita. Ci ha pensato un modesto Potenza a punire un Bari lezioso e privo di una sua vera identità. 

Le vittorie con Foggia e Juve Stabia avevano fatto ben sperare ma chi pensava che il Bari fosse uscito dal tunnel, si sbagliava. Ancora una volta la squadra ha mancato un’occasione importante per restare aggrappata alla seconda posizione. L’Avellino, oggi vincente con la Paganese, viaggia a ritmi serrati ed è a più quattro sui galletti. Il match della prossima settimana con la Ternana era stato dipinto mesi fa come la partita che vale una stagione. Con questa fragilità mentale, l'obiettivo principale dovrà essere quello di limitare i danni e cercare di non fare una magra figura in terra umbra. 

Sezione: Copertina / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 19:40
Autore: Mario Caprioli
Vedi letture
Print