All'indomani dell'ottima vittoria contro il fanalino di coda Rende, il Bari è già proiettato per bocca del presidente De Laurentiis alla sfida di domenica prossima contro il Potenza secondo in classifica. Per i biancorossi è stata una grande dimostrazione di forza contro i calabresi - letteralmente annichiliti - e senza mai soffrire in tutti i novanta minuti. La squadra si è dimostrata solida e questa volta anche cinica, avendo tramutato in gol le poche occasioni avute nell'arco della partita.

Antenucci è stato indubbiamente il migliore in campo, autore dell'ennesima prestazione maiuscola. Un gol su rigore e una cavalcata trionfale dal cerchio di centrocampo fino a bucare la rete lo portano tra i galletti che salgono. Molto bene anche Bianco, autore di una grande prova condita dal cioccolatino per Simeri nell'occasione del gol, anche lui autore di una buona prestazione. Sale anche Perrotta che, a dispetto delle sue caratteristiche, ha spinto molto sulla fascia di competenza procurandosi il calcio di rigore.

Nessun flop come nessuna prestazione sottotono. Tutti i biancorossi si sono dimostrati vogliosi di vincere e di riportarsi all'inseguimento della Reggina capolista. Bene anche i subentrati D'Ursi, Floriano, Esposito, Scavone e Awua: tutti smaniosi di dimostrare a Vivarini il loro valore.

Una menzione finale per Esposito è doverosa. Un difensore giovanissimo sempre col sorriso sulle labbra e che ha aspettato il suo turno fino all'esordio di ieri. Quest'anno avrà sì poco minutaggio, ma far parte di un gruppo con questi giocatori gli servirà molto per il suo futuro. 

Sezione: Focus / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 16:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print