Il Bari cercherà di fare tutto il possibile per portar a casa la promozione in Serie B. La società biancorossa intende, dunque, supportare le valutazioni di mister e direttore sportivo in questa sessione invernale di calciomercato anche dal punto di vista economico. Un chiaro segnale che conferma le grandi ambizioni a lungo termine della proprietà De Laurentiis. Dal loro arrivo la crescita nell'organizzazione e nella struttura del club è stata evidente e costante, limitata solo dal ko nella finale playoff di luglio.

La parte più difficile resta sempre quella di vincere sul campo, in un campionato dove l'atteggiamento e la mentalità contano più della qualità dei singoli. Nella stagione in corso, l'exploit della Ternana ha complicato fortemente i piani del Bari. Il momento clou della prima parte di stagione è stata proprio la prova di forza nella vittoria dello scontro diretto al San Nicola, tuttavia gli obiettivi dei galletti non sono mai stati intaccati. Niente paura o timore, solo grande rispetto per l'avversario, come confermato dalle recenti parole di Romairone. Il cammino è lungo e i 6 punti in classifica sono recuperabili, cercando però di limitare il più possibile i passaggi a vuoto. Intanto domenica riprenderà il cammino dei biancorossi con l'insidiosa sfida contro la Turris, autentica bestia nera nella vittoria del campionato di Serie D, con una problematica in più: la positività al Covid-19 di un calciatore. Il nome non è stato ancora comunicato ma, salvo sorprese (domani nuovi tamponi), si dovrebbe trattare di un caso isolato, visto che non è ancora rientrato a Bari per gli allenamenti proprio per questo motivo.

L'altra difficoltà arriva dall'esterno. L'apertura del calciomercato, infatti, pone una distrazione non di poco conto per il gruppo squadra, con alcuni elementi che sembrano destinati a lasciare il capoluogo pugliese. La società e il direttore sportivo stanno così lavorando sottotraccia per soddisfare le richieste dei calciatori in partenza, cercando di sostituirli con elementi adatti alla causa e alle esigenze tecnico-tattiche. Tante le piste monitorate in questi giorni ma ad oggi non risulta ancora un vera accelerazione decisiva. Il motivo? In questa fase non si possono commettere errori a differenza della sessione estiva. La rosa che verrà consegnata ad Auteri ad inizio febbraio sarà la medesima che chiuderà la stagione e che dovrà raggiungere l'obiettivo prefissato. Il Bari ha bisogno di pochi rinforzi ma mirati in alcuni specifici settori del campo. Adesso la pazienza e le riflessioni giocano, dunque, un fattore fondamentale tra motivazioni di chi arriva ed opportunità di mercato.

Sezione: Focus / Data: Gio 07 gennaio 2021 alle 18:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print