E' un De Angelis euforico ma con i piedi ben piantati per terra quello che a fine gara ha commentato ai nostri microfoni la vittoria dei suoi contro il Crotone. Tre punti che, a meno di clamorosi scivoloni nell'ultima giornata, valgono l'accesso ai play.off per decidere l'ultima squadra promossa nel campionato Primavera 1.  "Penso che la vittoria sia stata nettamente meritata ma non era affatto scontato - le sue parole - Loro sono una squadra molto ben preparata, ben messa in campo da un ottimo allenatore come mister Parisi. Non è un caso che noi abbiamo avuto le nostre occasioni principalmente su loro errori. Mi aspettavo una partita molto tattica, tant'è vero che alla fine è stata decisa da un episodio. ll Crotone ha cercato di sfruttare le ripartenze in cui sa essere letale, ma dal canto nostro abbiamo sbagliato davvero poco anche in fase di possesso palla, cosa che altre volte è riuscita meno." Il tecnico biancorosso ha poi continuato sull'evoluzione della gara: "Nel primo tempo abbiamo speso tantissimo e siamo stati molto più pericolosi, poi il caldo di oggi avrebbe messo in difficoltà chiunque, ma siamo stati bravi a crederci fino alla fine. Non posso che ringraziare i ragazzi, anche per la stoica difesa nei minuti finali".

Sulla prossima gara, decisiva, di Benevento: "A fine gara ho anticipato il discorso che avrei fatto lunedì alla ripresa degli allenamenti: dobbiamo rimanere  concentrati e con la testa alta ed essere consapevoli che non ci vorrebbe nulla a rovinare tutto quello che abbiamo fatto finora e sarebbe davvero un peccato." Chiosa finale sulla crescita vertiginosa registrata dai suoi negli ultimi mesi: "Nelle ultime 9 partite siamo stati capaci di raccogliere 8 vittorie e un pareggio, ed è tanta roba. Se ci aspettassimo di vedere a fine anno gli stessi meccanismi e le le stesse prestazione che si vedono a fine anno, non esisterebbero gli allenatori e non esisterebbero i settori giovanili. I ragazzi sono cresciuti davvero tanto da tutti i punti di vista, sia tecnici sia comportamentali, e ne ho la conferma anche parlando con Grosso quando vanno in prima squadra. Certo, se penso che paradossalmente potremmo non vincere il campionato per un punto, non può non esserci un pò di rammarico per le tante partite che non ci hanno gratificato, ma se guardo alla crescita e alla stagione nel suo complesso devo essere soddisfatto."

Sezione: Giovanili / Data: Dom 29 Aprile 2018 alle 15:00
Autore: Francesco Grossi
Vedi letture
Print