Mentre Devis Mangia, attuale ct di Malta, ha appena condotto i suoi ragazzi al secondo posto nel girone di Nations League, appena dietro le Isole Faroe, fa un altro mestiere Stefano Antonelli, direttore sportivo del primo Bari di Paparesta, giunto in riva all’Adriatico in sostituzione di Angelozzi, ed andato via al termine della stagione 2014-'15. Quell'annata si concluse con un deludente decimo posto in classifica, nonostante il cambio tecnico in panchina, con l'arrivo, dopo 14 giornate, di Davide Nicola. Un risultato pessimo, per una squadra partita, nell’anno successivo alla meravigliosa stagione fallimentare, per disputare almeno i playoff. Di seguito, dieci calciatori ancora in attività portati a Bari dall’allora d.s. che, oggi, fa il procuratore sportivo.

ALESSANDRO MICAI – Preso dal Sudtirol, per fare il terzo portiere dietro Antonio Donnarumma e Guarna, in quella prima stagione barese l’estremo difensore giocò solo le ultime due partite di campionato. Negli anni successivi divenne importante, tanto da raccogliere complessivamente 105 gettoni in maglia biancorossa. Ora alla Salernitana, sta vivendo un periodo difficile, perché è stato tenuto fuori dalla lista over, per cui non è mai sceso in campo. Probabilmente, a gennaio cambierà aria.

ALESSANDRO LIGI – Sole 15 apparizioni in Puglia, per lui, prima di andar via a gennaio 2015. Adesso, il difensore centrale è un punto fermo della Triestina, nel girone B di Lega Pro. Della sua esperienza a queste latitudini si ricorda quasi solo l’esordio con gol, in una gara di Coppa Italia contro l’Avellino al S. Nicola, terminata 2-1 per gli irpini.

JONATHAN ROSSINI – Il centrale difensivo svizzero, a soli 31 anni, è in serie D, alla Lavagnese. Nel capoluogo pugliese, per lui, solo 8 gare, nel primo scorcio della stagione in esame. Poi, nel mercato invernale, il rientro al Sassuolo. Punto più alto della sua carriera le stagioni in A con gli emiliani e la Sampdoria, con la quale ha anche ottenuto una promozione in massima serie, oltre all’unica presenza raccolta con la sua Nazionale maggiore, nel 2010 contro l’Uruguay.

LORENZO FILIPPINI – Prodotto del settore giovanile della Lazio, il terzino sinistro arrivò a Bari come una giovane promessa, salvo disputare soli dieci incontri nel suo anno barese. Il venticinquenne, adesso alla Triestina, sembra non aver rispettato le attese, ed i tempi in cui vinceva campionato e Coppa Italia Primavera con i giovani aquilotti paiono lontani.

MICHELE CAMPORESE – Quasi dieci anni fa, nel febbraio 2011 siglò in maglia Fiorentina quella che è rimasta finora l’unica sua prodezza in A, sul campo del Palermo. Il suo passaggio in Puglia si concluse con un ruolino anonimo, 22 presenze e nessun particolare acuto. Da un paio d’anni al Pordenone, spera di rilanciare la sua carriera e di tornare a calcare il più prestigioso palcoscenico nazionale. 

DEMBELL SALL – Arrivato dal Parma, non venne mai schierato in prima squadra, collezionando solo quattro panchine e finendo per andare in prestito alla Pro Piacenza. Attualmente, gioca nel Gladiator, tra i dilettanti.

SOULEYMANE COULIBALY – Preso dalle giovanili del Tottenham, venne immediatamente girato a titolo temporaneo alla Pistoiese. Il suo percorso professionale si è quindi spostato in Inghilterra, con le casacche di Peterborough e Newport. Il suo rilancio è avvenuto nella massima serie scozzese, con 8 reti realizzate nel Kilmarnock FC, nel 2016-’17. Di lì, la vittoria di campionato e Coppa nazionale in Egitto, con l’Al Ahli, ed il trasferimento in Tunisia, dove milita nell’Etoile Sportive du Sahel.

JOSEPH MINALA – Altro gioiellino di provenienza laziale, in un anno e mezzo in biancorosso ha raccolto 19 presenze e 3 reti tra il 2014 ed il 2016. Per il camerunense, attualmente, a 24 anni,  in Cina nelle file del Quingdao Huanghai, anche 4 presenze nei ranghi dei biancazzurri capitolini e campionati a Salerno e Latina, in cadetteria.

SIMONE SALVIATO – L’esterno destro di difesa, a 33 anni, è un caposaldo del Trento, in quarta serie. Furono 22 i suoi incontri nel Bari, comprese le 2 gare disputate in Coppa Italia. Nel suo palmares, oltre a 220 match in B ed una promozione in A con il Livorno, anche la soddisfazione di aver vinto per 2 volte la Lega Pro, con Cremonese e Padova.

TOMISLAV GOMELT – Il centrocampista croato, oggi al Crotone, proprio con la maglia dei pitagorici ha ottenuto, l’anno scorso, il salto di categoria, segnando anche un gol, decisivo per la vittoria dei suoi nella gara casalinga con il Frosinone. Nel Bari, sole 8 partite. Ha vestito le maglie di Cluj, compagine con la quale ha anche vinto una Coppa rumena, Dinamo Bucarest e Lorca Fc, in Spagna. Quest’anno, per il mediano, due spezzoni con mister Stroppa.  

Sezione: Dieci... / Data: Mer 18 novembre 2020 alle 12:30
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print