Le prime 10 giornate di campionato non hanno evidenziato qualche difficoltà di troppo per il Bari. Confermata da tutti come la grande favorita del Girone C è incappata in qualche stop di troppo e soprattutto due ko pesanti contro Foggia e Ternana, in cui la squadra ha ampiamente deluso dal punto di vista dell'atteggiamento e della prestazione. I 20 punti conquistati non rappresentano però un dato così allarmante per mister Auteri, che già nelle precedenti esperienze in Lega Pro si è ritrovato di fronte a questa situazione.

Difficile, infatti, trovare una quadratura immediata nelle sue squadra, considerato il suo modus operandi e le direttive tecnico-tattiche abbastanza differenti dai suoi colleghi. Possesso palla, linea alta e atteggiamento sempre propositivo ed aggressivo sono i suoi punti clou e necessitano di un certo periodo d'apprendistato, una sorta di macchine a diesel, lente a carburare ma che poi danno il meglio nella fase centrale e finale. Lo scenario attuale dei galletti non può, dunque, spaventarlo anche se da questo momento in poi appare evidente una cambio di marcia.

In Serie C il suo dato migliore in questo esatto momento del campionato sono stati i 21 punti conquistati con Nocerina (2010-2011) e Matera (2014-2015, 2016-2017), appena uno in più del Bari. La differenza nelle sue annate migliori, vedi le cavalcate promozione in B con Nocerina e Benevento (2015-2016), è stata fatta nella parte centrale della stagione. Con i rossoneri dopo appena 2 vittorie e 3 pareggi nelle prime 6, ha conquistato ben 21 risultati utili consecutivi, tanto da vincere aritmeticamente il titolo con 3 giornate di anticipo. Numeri poi confermati alla guida dei sanniti e che ricordano molto l'attuale situazione del Bari. Anche in quel caso arrivarono due sconfitte in avvio (18 punti), seguite poi da solo un'altra nella restante parte della stagione. La crescita fu ancora più progressiva con una lunga rincorsa alla vetta, agguantata alle 22esima giornata e più mollata. 

Sezione: Focus / Data: Mer 18 novembre 2020 alle 15:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print