Premessa: in qualsiasi modo andrà a finire ci saranno club e/o calciatori scontenti. Che essi siano del Carpi o del Bari lo scopriremo ma, a seconda della quarta promozione in B, tifoserie, allenatori e calciatori che intravedevano il traguardo saranno costretti a riprovarci la prossima stagione.

Due squadre che hanno onorato la categoria e che adesso sono in lotta. Quale sarebbe la formazione dei loro calciatori più forti, mixando dunque le due rose?

Ipotizzando un 4-3-1-2 del Barpi, fusione di Bari e Carpi, guidato dall’imbattuto Mister Vivarini, tra i pali ci andrebbe Frattali, garanzia ed esperienza per questo “Dream Team”. In difesa, da destra verso sinistra, la sorpresa Rossoni che partito in sordina è riuscito a ritagliarsi tanto spazio nella difesa di Mister Riolfo. La coppia difensiva sarebbe formata da Ligi (ex del Bari, ora al Carpi) e Di Cesare, mentre sulla sinistra il padrone indiscusso sarebbe Filippo Costa, calciatore di altra categoria dimostratosi a tratti devastante.

La linea mediana? Composta da Saber, uomo mercato degli emiliani, Raffaele Bianco, perno dei biancorossi, e Mattia Maita, perfetto nel ruolo di mezz’ala ed integratosi a meraviglia nello scacchiere biancorosso. La trequarti è terra di dominio indiscusso di Karim Laribi, tra i calciatori più forti dell’intera Serie C.

Coppia d’attacco atomica: Mirco Antenucci, capitano della squadra dall’alto della sua dimensione, spalleggiato da Tommaso Biasci, sorpresa del Carpi di Riolfo con 14 gol in campionato. Menzione speciale per i partner dei due titolari Simeri, 10 gol, e Vano, 8 gol.

Ecco il fantasioso undici.

Barpi (4-3-1-2): Frattali; Rossoni, Ligi, Di Cesare, Costa; Saber, Bianco, Maita; Laribi; Antenucci, Biasci. All. Vivarini

Sezione: Focus / Data: Ven 15 maggio 2020 alle 22:00
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print