Picerno, stagione da sogno con una macchia. La promozione festeggiata due volte, Floriano e quell'amichevole di settembre...

09.05.2019 18:00 di Francesco Serrone   Vedi letture
© foto di Salvatore Colucci
Picerno, stagione da sogno con una macchia. La promozione festeggiata due volte, Floriano e quell'amichevole di settembre...

13 Settembre 2018. Allo stadio Comunale di Capurso si affrontano in amichevole Bari e Picerno. Sono i biancorossi ad aggiudicarsi il match grazie a una doppietta di Roberto Floriano. Nove mesi dopo le due squadre torneranno ad affrontarsi, stavolta non in amichevole ma in gara ufficiale. Difficile pensare che anche i supporter più ottimisti del Picerno potessero aspettarsi un simile epilogo. Mentre il Bari partiva nettamente coi favori del pronostico per la vittoria del girone I la compagine lucana doveva fare i conti con avversarie estremamente agguerrite. Eppure, giornata dopo giornata, quello che all'inizio sembrava solo il sogno di una piccola realtà di provincia si è tramutato in realtà. Con una serie di roboanti vittorie il Picerno si è subito piazzato in testa alla classifica e non ha più lasciato la vetta nonostante i disperati tentativi di rimonta delle ben più blasonate Cerignola e Taranto. La giovane squadra di mister Giacomarro (il più anziano, il centrocampista Lordi, ha 31 anni, ndr) ha messo in mostra una difesa di ferro (24 reti subite, la migliore del girone H) e un reparto avanzato dove si sono messi in luce gli attaccanti Santaniello, Esposito e Tedesco, autori di ben 34 delle 67 reti realizzate. Il Picerno ha concluso il campionato con un bottino di 81 punti sul campo, frutto di 25 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte riuscendo a far meglio del suo prossimo avversario, fermatosi a quota 78 lunghezze. 

Una stagione conclusasi trionfalmente con la prima storica promozione in serie C, pur se macchiata da un grave episodio verificatosi nell'intervallo dello scontro diretto col Taranto. Al termine del primo tempo, mentre le squadre rientravano negli spogliatoi, c'è stata una rissa che ha coinvolto tre giocatori del Taranto e uno steward (armato con un tirapugni in ferro, appureranno le autorità). Il match, terminato a reti inviolate, aveva sancito la promozione dei lucani tra i professionisti. Ma poche settimane dopo la Corte Sportiva d'Appello ha sanzionato il Picerno con tre punti di penalizzazione, con i melandrini costretti a dover ottenere un altro punto per raggiungere la promozione. Promozione che è arrivata all'ultima giornata grazie al successo per 3-2 con il Bitonto