Tra una settimana esatta si alzerà il sipario sul campionato di Serie C e si potrà finalmente vedere all'opera il nuovo Bari della coppia Romairone-Auteri. Sarà un campionato estremamente difficile, con tante piazze calde pronte a darsi battaglia per ambire all'unico posto che vale la Serie B.

Da quella lontana notte di luglio in cui i biancorossi si arrendevano all'esuberanza del furetto Kargbo ne è passato di tempo e si è potuto assistere ad una lenta trasformazione. I primi a salutare sono stati Scala e Vivarini. Per bocca del presidente De Laurentiis la motivazione è in una rinnovata ambizione del club, con lo stesso numero uno voglioso e smanioso di vedere un Bari aggressivo, che non si accontenta neanche di un 1-0. La pareggite di Vivarini, simpaticamente affibbiata dal web per via dei tanti pareggi ottenuti dall'ex tecnico biancorosso, non è piaciuta neanche allo stesso De Laurentiis.

Dentro allora un guru della categoria, che sa vincere e praticare bel gioco. A lui è stato affiancato un ds navigato ed esperto della Serie C, che rispetto a Scala ha molti anni in più nel settore. Insieme si sta creando un nuovo Bari, con una filosofia diversa: niente nomi altisonanti, ma gente di categoria, ragazzi che ben conoscono il calcio di Auteri e che possono dare ciascuno un proprio contributo. In tal senso si spiegano gli arrivi di Celiento, De Risio, D'Orazio, Candellone, Minelli e via dicendo, alla grande occasione della loro giovane carriera.

Tante le incognite che rendono la stagione 2020/21 difficilissima: i tanti turni infrasettimanali, l'assenza di pubblico, il blocco della liste a 22. Avere, dunque, a disposizione un gruppo unito, coeso, in cui si lotta per il bene comune piuttosto che per l'obiettivo del singolo è essenziale. I presupposti ci sono tutti. La curiosità di vedere calcare il campo il nuovo Bari è tanta. Mercoledì ci sarà il Trastevere in Coppa Italia, ma la vera prova da non sbagliare sarà domenica a Francavilla, dove l'anno scorso i galletti ottennero la loro ultima sconfitta in campionato.

Sezione: Focus / Data: Dom 20 settembre 2020 alle 13:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print