Gentile Redazione, poche righe per una semplice riflessione dopo le prime quattro uscite ufficiali della nostra Bari: anche solo per 30 min. a partita, finanche convocandolo una partita si e l'altra no, pur riducendo i precedenti 30 min. a soli 15, quanto sarebbe servito quest'anno il piede di Brienza? Spero di essere smentito già da Rieti, ma questo, a mio modesto parere, era l'anno in cui il nostro Ciccio poteva, anche se centellinato, essere l'arma in più. L'ultimo anno di attività, su campi quasi o del tutto decorosi, con compagni e avversari di livello. Non oso immaginare in 30 min. quante volte avrebbe messo Antenucci, calciatore capace di leggere giocate di livello, con la palla davanti al portiere avversario. Era proprio necessario offrirgli il posto di ambasciatore, anziché "convincerlo" all'ultimo anno da panchinaro di lusso? E non mi si dica che fisicamente non avrebbe retto (per 30 min.). Ai distratti, è sufficiente rivedere le ultime partite dello scorso campionato, per capire chi correva e si dannava come un ragazzino in una squadra arrivata sulle gambe.
Comunque grazie e ancora grazie Ciccio, uomo prima che calciatore. Sempre forza BARI!

Daniele Larocca

Scrivi anche tu le tue impressioni sul Bari all' indirizzo e-mail laletteradeltifoso@tuttobari.com.

Sezione: Lettera del Tifoso / Data: Gio 5 Settembre 2019 alle 19:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print