Mentre il Bari, in un clima di tensione ed insoddisfazione crescente, si prepara ad affrontare gli spareggi promozione, in cassaforte comunque vada la sfida di domenica prossima al Bisceglie, molti altri professionisti con un passato in Puglia sono impegnati nella lotta per restare in serie C. Di seguito, dieci ex galletti che si trovano  nei bassifondi della classifica nei tre gironi.

MARCO ROMIZI – Non si può che iniziare da lui, capace di collezionare, nei suoi trascorsi baresi, ben 154 presenze, dal 2012 al 2016. Da gennaio scorso guida il centrocampo del Bisceglie, prossimo avversario degli uomini di Auteri. La sua squadra, nella post-season, dovrà giocarsi la permanenza in Lega Pro con la Paganese.

ERRICO ALTOBELLO – Anch'egli in forza al Bisceglie. Il trentenne difensore è una delle colonne della compagine di Bucaro, con la quale fin qui ha disputato 29 partite in stagione. In riva all’Adriatico, per il centrale, 14 gettoni tra il 2012 ed il 2013.

ROBERTO STELLONE – Tecnico dei galletti nella prima parte dell’annata 2016-’17, ora siede sulla panchina dell’Arezzo, penultimo nel raggruppamento B. Decisiva, per i suoi, la prossima sfida in casa del Cesena. Se uscissero sconfitti, gli aretini rischierebbero seriamente di vedersi scavalcati dal Ravenna, che insegue a sole due lunghezze, e potrebbero dover dire addio alla categoria.

LEONARDO PEREZ – Prodotto del vivaio biancorosso, la punta, nella prima parte del campionato in forza alla Virtus Francavilla, ha accettato, nel mercato invernale, la corte proprio dell’Arezzo. Risultati modesti, fin qui, per l’attaccante, che l’anno scorso con i brindisini era andato in doppia cifra. Una sola rete, in Toscana, e tanti problemi fisici, che gli fanno contare, al momento, solo 11 match disputati con gli amaranto. Tornato a disposizione di recente, spera di essere d’aiuto per condurre i suoi compagni alla permanenza in C.

MICHELE RINALDI – Qualcuno lo ricorderà, nell’ultimo Bari in serie A, con il quale mise insieme 6 apparizioni. Ora è nei ranghi dell’Imolese, che nel girone B occupa la diciassettesima piazza. Dovrà quasi certamente disputare i playout, e potrà contare, in questa dura prova, sull’esperienza del trentaquattrenne centrale difensivo, che fin qui, in stagione, ha giocato 13 partite.

ENRICO PIOVANELLO – A Bari, nell’anno tra i dilettanti, diede un grande apporto, con uno score finale di 34 incontri e 3 reti. Ora, ad appena 21 anni, difende i colori dell’Imolese, in prestito da gennaio dal Padova. Risultato, fin qui, sedici gare e due acuti sottoporta.

FRANCESCO GRANDOLFO – Di lui, a queste latitudini, si ricorda certamente la tripletta al Bologna in massima serie, nell’ultimo incontro dei biancorossi in quel campionato. Oggi, con  un bottino di 6 gol, è il capocannoniere del suo Legnago, sicuro protagonista degli spareggi per non retrocedere in D.   

FRANCESCO VALIANI – Baluardo del centrocampo della Pistoiese, nonostante i 40 anni suonati. Trentadue partite giocate, in quest’annata, e condite con 5 esultanze personali e 2 assist. Rendimento di alto livello per il calciatore, professionista molto apprezzato anche nel capoluogo pugliese, dove ha giocato un paio di anni, tra il 2015 ed il 2016.

MICHELE FRANCO – Il terzino sinistro originario di Altamura si fa valere, a 36 primavere, nelle file della Pro Sesto, coinvolta a pieno titolo nella bagarre playout nel girone A. Ventisette le gare disputate, fin qui, dall’ex Bari. In biancorosso, invece, il suo bottino fu di una sola presenza, in Coppa Italia.

CLAUDIO MAFFEI – Ventunenne, barese purosangue, in prestito alla Pro Sesto dal Pisa. Dalla sua città è dovuto andar via, dopo il fallimento del club. Con i lombardi, pienamente invischiati nella lotta salvezza, l’ala offensiva ha sin qui disputato 24 match.

Sezione: Dieci... / Data: Mer 28 aprile 2021 alle 12:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print