"Abbiamo sicuramente commesso qualche errore, che non riguarda solo la difesa bensì l’atteggiamento che i ragazzi hanno avuto in alcuni momenti. Bisogna essere perseveranti su quello che proponiamo e non dobbiamo accontentarci”: sono queste alcune delle parole utilizzate dal tecnico del Bari Gaetano Auteri durante la conferenza stampa tenuta oggi, alla vigilia della sfida contro la Viterbese.

Brevi dichiarazioni che evidenziano un aspetto importante che riguarda la consapevolezza dei propri limiti e dei punti su cui migliorare. Auteri infatti ha insistito sottolineando: "In queste tre partite non siamo stati continui nel proporre quello che dobbiamo proporre, a volte ci siamo un po’ accontentati, a volte siamo stati costretti a tenere ritmi più bassi. Noi dobbiamo giocare un calcio intenso e dobbiamo lavorare su questo punto".

Il Bari ha infatti bisogno di crescere e migliorare perché, se come ha detto a ragione Auteri al momento non è opportuno guardare la classifica, l'attenzione ora deve essere posta soprattutto sul gioco e sulla costruzione di un'ossatura che permetterà ai biancorossi di affrontare al meglio un anno che si prospetta lunghissimo.

Perché anche se la sfida contro la Cavese si è conclusa con un successo, non sono mancate alcune difficoltà, dovute anche alla condizione atletica di una squadra che si è trovata a disputare diverse gare in un breve lasso di tempo. A riguardo, Auteri ha sottolineato come "nel gioco delle alternanze è normale che qualcuno rifiaterà, visto che c’è chi non ha partecipato alle scorse gare. Da questo punto di vista abbiamo a disposizione 4-5 elementi freschi che non hanno giocato i 90 minuti tre giorni fa, saremo in grado di metterli in campo".

Sezione: Focus / Data: Sab 10 ottobre 2020 alle 23:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print