Non escludo il ritorno. Cantava così il mitico Franco Califano nel 2005, un ritornello, possiamo dire, abbastanza familiare per alcuni ex biancorossi, che negli anni, come Ulisse, hanno fatto ritorno al San Nicola dopo aver lasciato momentaneamente la Puglia in cerca di nuove sfide. Anche in questo mercato non mancano gli accostamenti amarcord: dal ritorno di Di Noia al Galano ter, i cosiddetti cavalli di ritorno sono una costante pure in questa sessione invernale, che si preannuncia fin da subito intrigante e assolutamente imprevedibile.

Ma vediamo nel passato come sono andati i precedenti rientri in maglia biancorossa, che nell’ultimo decennio non sono affatto stati pochi. A partire dal ritorno di Manuel Scavone, che dopo un’esperienza tra i galletti nella stagione 2012-2013 è rincasato due anni fa giusto il tempo di una stagione all’ombra di San Nicola, ripartendo, direzione Pordenone, durante lo scorso mercato. Situazione analoga quella di Nicola Bellomo, che dopo una vita in biancorosso decise di lasciare la Puglia per fare il grande salto in Serie A con il Torino, salvo poi tornare a casa dopo soltanto una stagione lontano da Bari.

Nella stagione 2016-2017, invece, fece ritorno per un solo semestre l’attaccante Francesco Fedato, che nella sua seconda esperienza in biancorosso non riuscì a ripetere i numeri della prima. È andata decisamente meglio a Valerio Di Cesare, ritornato a Bari nell’anno della ripartenza in Serie D prendendosi immediatamente la squadra sulle proprie spalle e raggiungendo la promozione in C con la fascia di capitano al braccio. Nel club di chi al secondo tentativo ha migliorato il proprio ricordo in biancorosso anche il bomber Riccardo Maniero, che prima della biennale esperienza tra il 2015 e il 2017 aveva già vestito la maglia del Bari quasi 10 anni prima, senza però mai scendere in campo.

Menzione speciale per Raffaele Bianco, che oltre ad essere attualmente tra i maggiori protagonisti della rosa biancorossa può vantare una breve ma intensa esperienza tra i galletti agli albori della sua carriera, quando la Juventus, detentrice del suo cartellino, l’ha girato in prestito alla squadra di Antonio Conte, con la quale raggiunse la promozione in Serie A a fine stagione.

In attesa di scoprire se questa lista verrà allungata oppure no, non resta che fare i conti con i tutto sommato positivi precedenti cavalli di ritorno.

Sezione: Focus / Data: Dom 03 gennaio 2021 alle 23:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print