L’anno di Bari e Napoli volge al termine ed il 2019 ha regalato alla famiglia De Laurentiis un’altalena di emozioni in quello che è stato il primo anno pieno alla guida dei due club.

In vista del 2020 sia Bari che Napoli attendono i doni dal mercato dalla famiglia De Laurentiis. Vivarini, alla ripresa del campionato, potrebbe ricevere un trequartista di ruolo, fondamentale per innalzare ancor di più la qualità; un’alternativa in difesa, un attaccante per spalleggiare Simeri-Antenucci e, probabilmente, un nuovo elemento da aggiungere alla linea mediana. A gennaio, storicamente, i De Laurentiis si muovono sempre in modo oculato e vista la filosofia mostrata a Bari in questo anno e mezzo sono da escludere operazioni non ponderate a favore di mosse su profili altamente compatibili e funzionali al progetto.

A Napoli, invece, la situazione è diversa e molto più complessa: dopo anni al vertice ADL sta affrontando la prima vera crisi alla guida del club che si è tradotta sia in campo, col Napoli a distanza siderale dalla zona Champions, sia fuori, con una caos sfociato nell’esonero di Ancelotti. Gattuso ha cambiato lo schieramento tattico del Napoli e De Laurentiis sarà costretto ad operare per regalare a Ringhio un regista, fondamentale nel nuovo 4-3-3 con cui il Napoli proverà ad azzannare la zona Europa.

Il Bari ha la Reggina nel mirino; il Napoli dovrà vincere il più possibile per poi tirare le somme. Due rimonte, due obiettivi da centrare ed un mercato che, a gennaio, può spostare gli equilibri. Vivarini e Gattuso, sotto l’albero, attendono i doni di Babbo Laurentiis.

Sezione: Focus / Data: Dom 22 dicembre 2019 alle 07:45
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print