Con la decisione di rinviare la prossima giornata di campionato, la Serie C si avvia verso un lungo letargo che terminerà solo a metà gennaio. In questo mese di lontananza dai campi, il calcio giocato sarà sostituito dal mercato, importante e delicato per ridisegnare gli equilibri nel Girone C.

Il Bari per forza di cose farà diversi movimenti in entrata e in uscita, cercando di rendere l’organico attuale più adatto alle idee di Vivarini. In tal senso si apprestano a lasciare il capoluogo pugliese Ferrari e almeno uno tra Floriano e Neglia (anche se le richieste sono tante e per entrambi), che verosimilmente verranno sostituiti da un altro attaccante di ruolo e, soprattutto, da un trequartista.

Il trequartista nel 4-3-1-2 di Vivarini è il ruolo fondamentale, e non averne uno a disposizione ha sicuramente condizionato la crescita della squadra. Diverse indiscrezioni suggeriscono che il nome in cima alla lista dei desideri sia quello di Luca Tremolada, ai margini del progetto di Corini a Brescia e sicuro partente nel mercato di gennaio. Il suo agente ha però ieri rivelato ai nostri microfoni l’intenzione del suo assistito di non scendere sotto la Serie B, complicando al momento questo scenario. Sempre sulla trequarti un’alternativa potrebbe rispondere al nome di Amato Ciciretti, caratteristiche alla mano giocatore ideale per l’idea di gioco del Bari e profilo interessante data la sinergia Napoli-Bari.

Anche per quanto riguarda il ruolo di attaccante i nomi che circolano sono parecchio ambiziosi. Il primo è sicuramente quello di Stefano Moreo, fino ad ora deludente nella sua esperienza ad Empoli (solo 5 partite da titolare). Sul suo ipotetico approdo a Bari ha parlato il direttore Scala, definendolo un sogno e una pista già battuta in estate senza riscontri positivi. Gli altri nomi accostati in queste ore sono quelli dell’attaccante della Juventus U23 Eric LaniniLuca Vido, prodotto del vivaio dell’Atalanta. Quest’ultimo un profilo sicuramente interessante: dopo la stagione in doppia cifra a Perugia, a Crotone non sta trovando spazio, e se dovesse decidere di tornare a Bergamo il Bari potrebbe fiondarsi su di lui.

Le idee di mercato dei biancorossi vanno di pari passo con l’ambizione della società: tornare il prima possibile in Serie B. Questa volontà si scontra però con un mercato – quello di gennaio – difficile da interpretare e scarno in termini di occasioni

La società avrà la forza di convincere calciatori abituati a stazionare nei piani alti a sposare un progetto che non vede l’ora di tornarci?

Sezione: Focus / Data: Gio 19 Dicembre 2019 alle 21:00
Autore: Giovanni Fasano
Vedi letture
Print