Scrivo anch'io qualcosa sull'argomento che ci sta a cuore dopo aver visto in TV una brutta partita contro la Sicula Leonzio, che, comunque, abbiamo meritato di vincere. Perchè qui sta il paradosso, il Bari gioca male ma vince (o pareggia) finanche la diciassettesima partita, vincendo quindi anche la smorfia che vorrebbe il 17 numero sfortunato (leggenda derivante dalla scrittura di 17 in  numeri romani che fa XVII che sembrano ricostruire la parola vixi e quindi ora sono defunto). Ma il calcio è sempre il gioco delle mezze verità perchè il Bari gioca a passo di danza a centrocampo, con innesti nuovi che quindi hanno bisogno di un minimo di affiatamento, è brasiliana nella costruzione senza offesa per i brasiliani ma anche rapidissima nella zona che porta al gol. In questo sempre nelle immagini esagerate è la Juve ed anche noi abbiamo i nostri-rapportati alla serie C,_Higuain e Dybala, del resto Vivarini ha rischiato in passato di diventare il secondo di Maurizio Sarri, oltre che praticare il sarriano 4-3-1-2. E vogliamo stare a spaccare il classico capello per una squadra che non perde da 17 giornate pur giocando a volte, mica sempre, maluccio?

Ma forse sprovveduto argomentatore di cose di calcio barese, le cose più intelligenti sulla partita con la derelitta (ma in campo mica tanto) Sicula Leonzio  le ha dette proprio il suo allenatore Vito Grieco molfettese e con trascorsi con apparizione anche in biancorosso. Non meritava, ha detto, la sua squadra di perdere, ma questo lo dicono tutti anche quando non è vero, ma quando gli hanno chiesto le differenze con la partita dell'andata ha risposto:" tra il giorno e la notte. E' un Bari che sa quello che deve fare, super organizzato. Con gente di qualità e quantità. I primi difensori sono gli attaccanti i sottopunta, che lavorano tanto e senza la puzza sotto il naso. Una squadra completa".

E questo detto da uno comprensibilmente incazzato! Prendiamolo per buono e confidiamo nei margini di miglioramento e vediamo le cose in prospettiva quando arriveranno ancora rinforzi ed i nuovi si saranno maggiormente affiatati. E con la Reggina le prospettive sono cambiate se prima l'imperativo era vincere a tutti i costi per tentare la rimonta, ora, basta un pareggio che è alla nostra portata specie se sarà inserito anche qualche nuovo acquisto.

Il Sarriano Vivarini non sarà un esteta del calcio ma le sue squadre le fa vincere più che far giocare bene!

Forza Bari

Mimmo D'Aloia

Scrivi anche tu le tue impressioni sul Bari all' indirizzo e-mail laletteradeltifoso@tuttobari.com.

Sezione: Lettera del Tifoso / Data: Ven 24 Gennaio 2020 alle 17:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print