Festa nel finale, premiata la caparbietà di Stellone. Castrovilli...

03.09.2016 23:00 di Davide Giangaspero   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Festa nel finale, premiata la caparbietà di Stellone. Castrovilli...

Malino per un'ora, decisamente più dirompente nel rush finale della gara. Il Bari che ha strappato tre punti in extremis a Perugia ha riscattato il ko contro il Cittadella offrendo segnali di risveglio grazie ai suoi jolly in panchina. In tal senso illuminato è parso l'atteggiamento di Stellone che, prima con Brienza e poi con Castrovilli, ha tentato - riuscendoci - di annullare con coraggio l'inerzia di un incontro che stava preoccupantemente vivendo di monologhi umbri. Ci ha pensato così proprio una traiettoria a botta sicura del talentuoso gioiellino barese, deviata col braccio da Del Prete, a rompere l'equilibrio di un match approdato tutto nella ricambiata caparbietà di un Bari in evoluzione.

Bello e intenso che il rigore decisivo sia stato battuto con fame palese proprio da quel Maniero che, nel momento topico, ha voluto prendersi la responsabilità del gioco dopo i giorni convulsi trascorsi in bilico, al centro di polemiche e discussioni, anche sul suo futuro. Meno bene ha fatto il suo dirimpettaio di reparto De Luca, espulso a gara ormai finita e confuso anche prima, quando poco ha combinato (assieme ad una costruzione particolarmente macchinosa in tutta la zona centrale della manovra) nel tracciato di un Bari cresciuto all'improvviso per scosse ben assestate, più che per folate omogenee.

Stellone può dunque esultare per il primo successo in campionato sulla panchina biancorossa e felicitarsi per il cambio di marcia. Contano oggi i tre punti e l'importanza della posta in gioco. Serviva dimenticare l'esordio shock e dare un bel calcione alla negatività. Vincere aiuta sempre, così può persino accelerare il clima di comprensione all'interno della squadra. Anche perché, in ragione del ritardo oggettivamente manifestato anche oggi, non banali e del tutto decisive sono apparse le parate di Micai che, impegnato in continui tentativi nel primo tempo e sul finale a tu per tu con Da Silva, ha sigillato la porta e contribuito al blitz. Pagella sorridente, quella del portiere, in una partita conclusa in festa. La prima vittoria di un Bari che vuol guardare con fiducia alla sua stagione.