Bari-Viterbese sarà un match inedito. Infatti, in più di un secolo di storia, mai i due club si erano incontrati. Se però non ci sono precedenti, c'è una curiosità che accomuna le due squadre. Nel 2004 l’allenatore della Viterbese Carboni e quattro dei più rappresentativi giocatori gialloblù protagonisti della finale con il Crotone per la promozione in B (Bianconi, Sibilano, Gazzi e Santoruvo) si trasferirono nel capoluogo pugliese a parametro zero, causa il fallimento della squadra laziale. Il Bari, che era stato graziato dalla retrocessione in Serie C per il fallimento del Napoli, costruì l'ossatura della squadra su questi giocatori.

Cornacchini e Lopez, l'allenatore della Viterbese, hanno condiviso un passato da calciatori molto proficuo nel Lanerossi Vicenza di Francesco Guidolin. Nella stagione 1996/97, la squadra veneta vinse la sua prima – e finora unica – Coppa Italia, superando in finale il Napoli di Simoni: 0-1 all’andata al San Paolo, 3-0 nel ritorno al “Menti”, dopo overtime. Venti le partite giocate insieme dai due in quella stagione trionfale (15 di A e 5 di coppa). Da allenatori invece non si sono mai incontrati.

Lopez vanta invece un unico precedente contro il Bari: un lontano Vicenza-Bari nella stagione 2014/2015, ovvero la prima della gestione Paparesta. La partita finì 1 a 0 per i veneti con rete di Ragusa. Anche per Cornacchini sarà la seconda partita in gare ufficiali contro la Viterbese, dopo averla battuta alla guida dell'Ancona nella stagione 2015/2016 in un 2 a 0 a domicilio. 

Sezione: Focus / Data: Sab 31 agosto 2019 alle 16:30
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print