Il Bari sperava di poter programmare già da stamattina la prossima serie B. Ed invece i piani sono stati scombussolati dalla brusca eliminazione in finale play-off con la Reggiana. A meno di clamorosi colpi di scena dai tribunali, si prospetta dunque un nuovo anno in terza serie per i biancorossi, che avranno il dovere di puntare fin da subito all'agognata promozione. Circa l'attuale rosa, però, qualcosa sicuramente cambierà. D'ora innanzi, infatti, sarà tempo di valutazioni, bilanci e scelte, in cui ogni galletto potrebbe esser rimesso in discussione.

CHI RESTA - Certi di un posto, soprattutto grazie al loro contratto, alla decisione di sposare la causa malgrado la categoria, oltre che per il positivo rendimento, sono i vari Frattali, Sabbione, Hamlili e il capitano Di Cesare. Antenucci, capocannoniere di tutta la serie C, non potrà che essere il perno della prossima stagione. Così come Simeri, dolce sorpresa di quest'anno e sempre in attesa del meritato rinnovo, ha già voglia di rifarsi. Promosso anche Marfella come secondo portiere (ma accetterà per il secondo anno il ruolo?).

CHI LASCIA - Il difensore Pinto, mai sceso in campo con il Bari, è in odore di addio. Discorso abbastanza simile pure per gli altri due galletti giunti in prestito a gennaio. Costantino, dopo i pochi minuti raccolti in campionato, si è tolto la soddisfazione di giocare l'importante semifinale e la finale, ma purtroppo non ha lasciato il segno. La permanenza di Laribi invece, fin dal suo arrivo, era molto legata al possibile approdo in B. Svanito il sogno, adesso le strade potrebbero dividersi.

CHI IN FORSE - Tanti i galletti in dubbio a causa del mancato salto di categoria, ma molto dipenderà anche dal nuovo progetto tattico del mister. Con Vivarini nuovamente al comando, il suo pupillo Perrotta dovrebbe passare tra i confermati. Ma c'è altrettanta gente, come i rientranti Kupisz e Neglia, che a quel punto dovrebbe cercare una diversa sistemazione. Praticamente tutti da rivalutare, soprattutto sotto il piano delle motivazioni, i prestiti biennali arrivati via Napoli: Costa, Folorunsho e D'Ursi. Non dovrebbero essere a rischio, ma subiranno analisi, anche Ciofani, Berra, Bianco e Maita. Il ritorno di Nannini, mai allenato dall'attuale tecnico, coinciderà con una specie di periodo di prova. Le maggiori incognite risiedono nel centrocampo, il reparto meno convincente di quest'annata. Data l'importanza dei rispettivi ruoli, Schiavone, Scavone e Terrani potrebbero subire giudizi più approfonditi, ma sono a rischio. Esami pure per il gregario Corsinelli, mentre Bolzoni ha poche chance di riconferma.

Sezione: Focus / Data: Gio 23 luglio 2020 alle 19:30
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print