L’inizio di stagione del Bari ha regalato una ventata di freschezza soprattutto sul piano del gioco rinvigorito dalle idee di Auteri che ha già mostrato di poter fare della sua compagine una macchina da gol capace di dominare ed allo stesso tempo di fornire il tanto famigerato "bel calcio".

Il gioco offensivo messo in campo nelle prime uscite ha regalato alla piazza la consapevolezza di poter tornare a vivere un campionato in cui il Bari regalerà gioco, emozioni ed idee ben chiare: principi venuti meno per gran parte della scorsa stagione al netto della lunga imbattibilità di Vivarini. A ciò, inoltre, si aggiunge lo spiraglio di poter tornare ad assaporare il San Nicola dopo mesi di assenza; nonostante la situazione poco positiva dal punto di vista sanitario, i margini per far tornare 1000 spettatori nell’impianto barese ci sono e questo segnale potrebbe dare continuità a quell’aderenza tra piazza e squadra che Bari ha spesso regalato nel corso della propria storia.

Altro elemento fondamentale che va a “scaldare” il cuore dei baresi, da sempre riconoscenti a chi per la maglia mostra impegno, dedizione e passione, è la doppia riconferma di Hamlili e Simeri che, in modalità diverse, hanno ufficializzato in queste ore la loro permanenza da protagonisti. I due guerrieri della Serie D sono tra i più amati ed il reintegro dell’italo-marocchino ed il rinnovo del centravanti campano completano il puzzle d’entusiasmo che questo nuovo corso del Bari ha messo in piedi in questo primo scorcio di stagione.

Sezione: Focus / Data: Ven 16 ottobre 2020 alle 20:30
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print